Venerdì 03 Dicembre 2021
L'uomo è stato rinchiuso in carcere dai carabinieri. La vittima resta in ospedale


Mandanici, arrestato per tentato omicidio il giovane che ha sparato al fratello

di Andrea Rifatto | 18/04/2020 | CRONACA

5720 Lettori unici

Davide Ravidà (nel riquadro) è stato subito bloccato

È stato arrestato e condotto in carcere il giovane di Mandanici che ieri sera ha sparato un colpo d'arma da fuoco al fratello durante un litigio. Per Davide Ravidà, 29 anni, si sono aperte le porte della casa circondariale di Messina Gazzi, dove è stato rinchiuso con la pesante accusa di tentato omicidio ai danni del fratello Mario, 28 anni. I carabinieri della Compagnia Messina Sud lo hanno arrestato ieri sera in flagranza di reato dopo essere intervenuti in un’azienda zootecnica di proprietà dei due, entrambi allevatori, situata nel comune di Pagliara, non distante dal confine con Mandanici, dove poco prima era stata segnalata l’esplosione di un colpo d’arma da fuoco con il ferimento di una persona. Le indagini avviate dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Messina Sud, guidati dal maggiore Alessandro Brunetti e coordinati dalla Procura di Messina, hanno permesso di ricostruire in tempi rapidi come Davide Ravidà, già noto alle Forze dell'ordine, a seguito di un diverbio scaturito per futili motivi avesse esploso un colpo di fucile contro il fratello, colpendolo al braccio sinistro e provocandogli una seria ferita, per poi darsi alla fuga. Nell’immediatezza dei fatti le attività investigative condotte dai carabinieri hanno permesso di rintracciare l’autore del tentato omicidio in una zona boschiva, non lontana dall’abitazione di residenza nel comune di Mandanici, e di arrestarlo per condurlo poi in caserma, dove è stato interrogato e poi arrestato, prima di essere ristretto nella casa circondariale di Gazzi in attesa dell'udienza di convalida. Il fratello ferito si trova attualmente ricoverato al Policlinico di Messina e le sue condizioni non sono gravi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.