Venerdì 20 Ottobre 2017
Chiesti lumi sull'affidamento alla ditta e sulle discordanze dei tempi emerse dagli atti


S. Teresa, ombre sul servizio di salvataggio in mare: interrogazione della minoranza

di Andrea Rifatto | 19/09/2017 | POLITICA

1598 Lettori unici | Commenti 1

Il servizio (30 giugno-3 settembre) è costato 31mila 663 euro

Vi sarebbero ombre sul servizio di vigilanza e salvataggio in mare attuato nei mesi estivi sulla spiaggia di S. Teresa di Riva. Lo sostiene il gruppo di minoranza “Insieme per cambiare” che ha presentato una dettagliata interrogazione indirizzata al sindaco Danilo Lo Giudice per avere chiarimenti in merito ai passaggi amministrativi alla base dell’espletamento del servizio, chiedendo se non sia il caso di ritirare in autotutela alcuni provvedimenti in quanto si ritiene vi siano delle anomalie. I consiglieri Antonio Scarcella, Carmelo Casablanca, Giuseppe Migliastro e Lucia Sansone hanno ricostruito tutto l’iter, partendo dalla determina dirigenziale del 29 maggio con la quale è stata indetta la procedura negoziata per affidare in concessione il servizio di vigilanza e salvataggio per le spiagge libere, a cui ha fatto seguito una determina del 5 giugno avente per oggetto “Servizio di vigilanza spiagge Lr. 17/98–rettifica ed integrazione schema lettera invito e schema convenzione” con cui sono stati modificati ed integrati lo schema di lettera invito e lo schema di convenzione. “Con determina dirigenziale del 4 luglio è stato aggiudicato il servizio all’associazione ‘Corpo Volontari di Soccorso in Mare-Regione Sicilia', con sede regionale a Taormina, per altro unica ditta invitata alla procedura di gara con lettera del 16 giugno – spiega la minoranza – e nello schema della lettera è dato leggere che ‘la consegna e l’inizio del servizio decorrono dalla stipula della convenzione’ e anche dallo schema di convenzione si evince che il servizio della durata di giorni sessanta avrebbe avuto inizio dalla data di stipula della convenzione, che come dato atto dalla determina del 4 luglio ‘sarà stipulata a mezzo scrittura privata’”. Il gruppo “Insieme per cambiare” fa notare però che alla data del 18 settembre “non risulta annotata la convenzione di che trattasi nel registro delle scritture private”. “Dalla determina dirigenziale del 24 agosto avente ad oggetto ‘liquidazione anticipazione’ (dell'importo di 14mila 831 euro, ndr) si dà atto che il servizio ha avuto inizio in data 4 luglio, giorno in cui è avvenuta l’aggiudicazione – proseguono Scarcella, Casablanca, Migliastro e Sansone – e con deliberazione di Giunta del 31 agosto, su proposta del sindaco, si deliberava di assegnare al direttore dell’Area Polizia municipale la somma di 2mila euro quale ulteriore pagamento richiesto dall’associazione "Corpo Volontari di Soccorso in Mare" per la proroga del servizio fino al 3 settembre, mediante prelevamento delle somme dal fondo di riserva; proposta in cui si evidenziava che il servizio sarebbe ‘iniziato di fatto il 30 giugno e cioè ancor prima dell’aggiudicazione avvenuta il 4 luglio e prima della eventuale stipula della suddetta convenzione. Anche se un’eventuale convenzione fosse stata stipulata lo stesso giorno dell’aggiudicazione, il termine di 60 giorni, decorrenti dal 4 luglio – evidenzia l’opposizione – sarebbe scaduto al massimo l’1 settembre e pertanto un’eventuale proroga sarebbe stata di due giorni e per un così breve tempo non può certamente essere pagato l’importo di 2mila euro”. Il servizio, dal 30 giugno al 3 settembre, è costato complessivamente 31mila 663 euro.

Da qui l’interrogazione con la quale si chiede di sapere dal sindaco “se è stata stipulata apposita convenzione per il servizio e, in caso affermativo, di conoscere gli estremi della scrittura privata, al fine di estrarne copia e conoscere patti e condizioni della stessa; se è intenzione dell’Amministrazione comunale ritirare in autotutela la deliberazione di Giunta n. 134 del 31 agosto con la quale è stato disposto di assegnare la somma 2mila euro al direttore dell’Area Polizia municipale per l’ulteriore pagamento richiesto  dall’associazione "Corpo Volontari di Soccorso in Mare" per la proroga del servizio di vigilanza e salvataggio sulle spiagge libere, atteso che come affermato dal direttore dell’area Polizia Municipale, capitano Diego Mangiò, il servizio è iniziato in data 4 luglio e che pertanto tale proroga al più è da quantificarsi in giorni due e non sei, come stabilito in detta deliberazione ove, stranamente, si dà atto che il servizio è iniziato di fatto il 30 giugno (quindi ancor prima di sapere se l’unica ditta che aveva partecipato alla gara fosse in regola ai fini dell’aggiudicazione); se fosse davvero necessario ricorrere al fondo di riserva, notoriamente utilizzato per eventi eccezionali, per il pagamento delle dette somme; il motivo per il quale sia stata invitata una sola ditta alla procedura negoziata; se, eventualmente, sia stata effettuata un’indagine di mercato volta ad individuare altre ditte da invitare a suddetta procedura, al fine di assicurare il regime di concorrenza e garantire all’Ente un maggiore risparmio di spesa; se l'Amministrazione sia a conoscenza dell’esistenza sul territorio nazionale di altre ditte che abbiano i requisiti minimi previsti dal bando per poter partecipare alla procedura di gara; se l’aggiudicataria del servizio abbia trasmesso l’elenco del personale del quale si sarebbe avvalsa per l’espletamento del servizio; i nominativi e le qualifiche del personale che ha espletato il servizio, nonché le loro matricole Inps e il tipo di contratto di lavoro sottoscritto dagli stessi e infine se sono state rispettate le normative in materia di previdenza sociale, anche in materia contributiva, ed in materia di sicurezza sul lavoro”. Alla presidente del Consiglio comunale Domenica Sturiale è stato chiesto di inserire l’interrogazione all’ordine del giorno della prossima seduta per la pubblica discussione.


COMMENTI

fausto parra | il 20/09/2017 alle 18:43:09

forse il responsabile della ditta di sorveglianza e salvataggio ha a che vedere con qualche componente dl consiglio comunale o della giunta? della serie "famose 2 spaghi"

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.