Mercoledì 20 Settembre 2017
Proposta della minoranza al Consiglio a beneficio di cittadini e non residenti


S. Teresa, "L’Amministrazione riduca l’Imu tagliando le spese superflue"

17/07/2017 | POLITICA

2567 Lettori unici | Commenti 10

I consiglieri Migliastro, Sansone, Scarcella e Casablanca

Ridurre l’Imposta municipale unica sugli immobili compensando il minor gettito per il Comune con la riduzione delle spese superflue. È la richiesta avanzata dal gruppo consiliare di minoranza “Insieme per cambiare” di S. Teresa di Riva, che ha depositato in municipio una proposta di deliberazione da sottoporre al Consiglio comunale indirizzata al presidente dell’assemblea cittadina, al sindaco e al segretario comunale. Il capogruppo Antonio Scarcella e i consiglieri Carmelo Casablanca, Lucia Sansone e Giuseppe Migliastro hanno evidenziato come la precedente Amministrazione, appena insediatasi nel 2012, aumentò l’aliquota di base dell’Imu portandola dallo 0,76%, standard fissato dallo Stato, all’1,06%, giustificando tale aumento “con il tormentone della situazione debitoria dell’Ente che oggi – sottolinea l’opposizione – come è stato declamato nella scorsa campagna elettorale, chiuderebbe un bilancio positivo e quindi non sussistono più quelle condizioni di deficitarietà tali da giustificare il permanere dell’aliquota Imu al massimo consentito dalla legge”. I quattro consiglieri rilevano quindi che l’aliquota dell’imposta sugli immobili possa pertanto essere ridotta a partire dall’1 gennaio 2018 dall’1,06%, confermata nel 2014, allo 0,76%, “a beneficio di tutti i cittadini compresi i non residenti”. I componenti di “Insieme per cambiare” hanno inoltre chiesto che il Consiglio comunale “demandi all’Amministrazione, occorrendo all’atto della predisposizione dello schema di bilancio 2018/2020, dopo aver udito i gruppi consiliari, il taglio delle spese superflue e non indispensabili al fine di garantire il permanere di tutti gli equilibri di bilancio”. Chiesta inoltre la trasmissione della proposta di deliberazione al responsabile del Servizio interessato, al responsabile del Servizio Finanziario e al Collegio dei revisori dei conti per l’acquisizione dei pareri tecnici di rispettiva competenza. 


COMMENTI

Osservatore | il 17/07/2017 alle 12:43:29

Pagassero e pipa, che poi vengono i week end a Natale a pasqua oltre che in estate

Vincenzo Trapani | il 17/07/2017 alle 19:48:03

Ehi gente! Arrivano segnali di vita dal nulla! Staremo a vedere che succede. Il sig.Osservatore (pseudonimo del sig. Leone De Tastiera) dimostra di conoscere approfonditamente il tessuto socio-economico di S.Teresa, popolata in estate e nei weekend da multimiliardari e famosi attori di Hollywood che hanno cominciato a preferirla a Montecarlo dopo l'ottenimento di cotanta Bandiera Blu. L'intervento di "Osservatore" rispecchia il grado di democrazia, solidarietà, rispetto per il cittadino e lungimiranza raggiunto da chi ha guidato l'amministrazione comunale tra il 2012 e il 2017, facendo impallidire tutti i "geni" della politica che lo hanno preceduto. Osservatore (alias Leone De Tastiera) è esperto pure di pipa! Conosce bene un modo d'uso alternativo della pipa messo a punto da alcuni uranisti di San Francisco (California) nel 1977. Complimenti!

Pippo Sturiale | il 17/07/2017 alle 20:45:13

Credo che l'aliquota massima serva le emergenze. Se il bilancio è risanato, una volta scovati gli evasori, che paghino ... ma con un'aliquota ragionevole: la proposta mi sembra condivisibile. Se la proposta è buona, la si approvi ... anche se viene dalla minoranza! P.S.: L'aliquota va abbassata anche per gli insediamenti produttivi.

Pippo P. | il 17/07/2017 alle 23:01:58

pagare tutti per pagare meno.Doveva venire un furisteri per riuscirci, e qua ancora c'è chi scrive contro a un sindaco che ha riportato Santa Teresa a risplendere , magari perché prima non ne pagava tasse, altro che leoni da tastiera , qua qua ra qua da tastiera , mi auguro per 20-30 anni che voi scompariate dalla politica santateresina

enzo t | il 18/07/2017 alle 00:41:06

'haiVincenzo Trapani prima di scrivere collega il cervello se ce l'hai . non si capisce quello che blateri.

Valeria B. | il 18/07/2017 alle 10:07:18

La fetta di prosciutto che gli copre occhi (e cervello) impedisce al sig. Pippo P. di ricordare che il precedente sindaco aveva promesso di abbassare le aliquote a partire dal 2014. Attualmente paghiamo TUTTI (forse) E PAGHIAMO IL MASSIMO! Semplice e condivisibile in pieno la proposta del sig. Pippo Sturiale, ancor più di quella proposta dalla minoranza consiliare. Probabilmente il sig. Pippo P. riesce a vedere SOLO i mirabili risultati ottenuti dall'Illustre Nisano (promessi e sbandierati in campagna elettorale). Sotto gli occhi di tutti/e sono le opere inserite nel piano triennale, eccole! Belle e fruibili come non mai! - Svincolo autostradale Valle d'Agrò. -Porticciolo turistico. -Fognature e tanto altro! Il buon sindaco Lo Giudice (e la sua squadra) sono in grado di raggiungere ottimi risultati, non in tempi biblici, ma devono staccare la spina col passato, diversamente dureranno poco.

Vincenzo Trapani | il 18/07/2017 alle 10:15:46

Invito il sig. enzo t. a studiare un po' prima di scrivere commenti. La cultura apre la mente a chi ce l'ha. Chi non ce l'ha riesce solo a scrivere strafalcioni. Così solo (forse) enzo t. riuscirà a capirci qualcosa. Ma ci vuole tempo! Tantissimo tempo e applicazione! Daieeee enzo t.! Puoi farcela anche tu. Amuninniiii!!!! Astuta u computer e rapriti u libru!

Pippo Sturiale | il 18/07/2017 alle 12:22:21

Vincenzo è solo un po' sboccato ed offende le persone, fidando nel fatto che lui solo sa! Enzo non te la prendere ... ma non ha tanto torto nella sostanza, che si può non capire perché, tra l'altro, è molto sarcastico e paradossale ... ma se uno vuol farsi ascoltare, in genere, usa le duemila parole più comprensibili!

osservatore santateresino | il 18/07/2017 alle 16:31:08

LA QUESTIONE E' UNA SOLA. Ancora rode.........

Pippo T | il 19/07/2017 alle 00:10:43

Mi se non gli rode non sanno più a cosa attaccarsi

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.