Martedì 26 Settembre 2017
Aperta la campagna elettorale con i candidati Gullotta e Savoca e l'intervento di De Luca


Letojanni, il sindaco Costa punta al secondo mandato: "Il progetto deve continuare"

di Andrea Rifatto | 02/05/2017 | POLITICA

1771 Lettori unici | Commenti 1

Gullotta, De Luca, Costa e Savoca in piazza Durante

La conferma ufficiale della ricandidatura di Alessandro Costa a sindaco di Letojanni è arrivata ieri sera. Il primo cittadino uscente sarà infatti in campo in prima persona per puntare al secondo mandato alle elezioni amministrative dell’11 giugno, quando i letojannesi saranno chiamati a rinnovare le cariche amministrative della cittadina jonica. Da piazza Durante, sul palco insieme ai candidati al Consiglio comunale Francesca Gullotta ed Emanuele Savoca e al sindaco di S. Teresa di Riva Cateno De Luca, leader di Sicilia Vera, movimento a cui i due aspiranti consiglieri hanno aderito nelle scorse settimane, Costa ha chiesto nuovamente la fiducia ai suoi concittadini, per “un progetto politico serio fatto di persone serie che amano Letojanni”. Dopo gli interventi di Gullotta, già capogruppo di opposizione dal 2002 al 2007 e Savoca, consigliere di minoranza uscente, che hanno spiegato le ragioni che li hanno portati a sostenere il progetto dell’attuale amministrazione, Alessandro Costa ha preso la parola aprendo di fatto la campagna elettorale, “in cui l’impegno di Francesca ed Emanuele contribuirà al bene di Letojanni”.

“È un momento difficile ma bisogna impegnarsi tutti insieme – ha esordito il sindaco – sono stati cinque anni difficili, la morte dell’amico Roberto Saccà (scomparso durante l’alluvione dello scorso 25 novembre, ndr) è stato uno dei momenti più duri ma oggi dobbiamo combattere perché Letojanni riacquisti tranquillità senza vivere più situazioni tragiche e per questo abbiamo avviato un percorso per la lotta al dissesto idrogeologico ottenendo già i primi risultati e l’arrivo di risorse. Con questa Amministrazione Letojanni ha acquistato credibilità per il lavoro svolto, riconosciuto anche in ambito regionale, perché abbiamo lavorato e lavoreremo in maniera seria per dare risposte ai cittadini. Il nostro comune ha ottenuto importanti finanziamenti nell’ambito del Gal Peloritani, recentemente sono arrivati cospicui fondi per la riqualificazione urbana per progetti di vitale importanza e anche per questo il lavoro iniziato cinque anni fa deve necessariamente continuare – ha sottolineato Costa – visti i risultati e il record di finanziamenti ottenuti. E vi dimostrerò cosa avverrà a Letojanni nei prossimi anni. Non siamo in pre-dissesto finanziario e non abbiamo le tasse al massimo e ciò non avviene per caso ma perché ci sono un’Amministrazione e un Consiglio che lavorano in maniera seria”. Il sindaco ha fatto presente alla piazza che in questi anni è stato chiamato a fare scelte difficili e coraggiose ma di aver tenuto sempre un comportamento equilibrato, ricevendo apprezzamenti. “C'è bisogno di tutti e abbiamo bisogno anche di avversari – ha evidenziato – che in questo momento non vediamo, tranne persone che si stanno mettendo insieme unite solo dall’odio verso mio progetto. Leggo di incontri in cui si è parlato di alleanze a sostegno di un candidato che ha proposto di lasciare il posto a un altro tra cinque anni, ma non si può banalizzare così un percorso politico”. Il riferimento è a quanto dichiarato al nostro giornale nelle scorse settimane dall’ex assessore Daniela Fileti, che aveva proposto a Marilena Bucceri, già candidata avversaria di Costa nel 2012, di sostenerla per la carica di sindaco con la promessa di cederle il posto nel 2022 in caso di vittoria in questa tornata. Proposta che la Bucceri non ha accettato. “Basta parlare di posti e cariche, non è una partita a briscola ma lavoriamo per il bene di Letojanni” – ha aggiunto il sindaco – che in questo momento deve affrontare anche un malumore interno dovuto alla posizione assunta dal vicesindaco Eugenio Bonsignore, che non ha ancora deciso se continuare a far parte del progetto politico.

In chiusura l’intervento di Cateno De Luca, “a cui ho chiesto di accompagnarmi con Sicilia Vera perché è un amico e lo ritengo un amministratore capace, che ha un coraggio straordinario, con cui abbiamo fatto tante battaglie insieme anche se apparteniamo a partiti diversi” – ha spiegato Alessandro Costa. Il primo cittadino di S. Teresa ha ribadito che a Letojanni la politica del fare è rappresentata dall’Amministrazione uscente, denunciando poi l’inefficienza della politica regionale, il tentativo di destabilizzare il Gal Peloritani, lo “scippo” subito del Distretto turistico degli antichi mestieri e lo stato di decadenza in cui si trova Taormina, “che ospiterà un G7 che doveva essere un momento di rilancio anche per Letojanni, Giardini Naxos e Castelmola e che invece non lascerà nulla neanche in termini di opere”. De Luca ha inoltre annunciato la sua candidatura alle Regionali del 5 novembre: “Vedremo se troverò una lista che mi ospiterà: in base al riscontro che otterrò deciderò poi se candidarmi a sindaco di Messina o Taormina”. 

Più informazioni: amministrative 2017 letojanni  


COMMENTI

GG | il 02/05/2017 alle 10:48:14

Ebbene si! le manie di onnipotenza si spostano anche a Letojanni.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.