Sabato 27 Maggio 2017
Il carro del quartiere di S. Teresa, vincitore di 7 edizioni, ha deciso di non partecipare


Carnevale dello Jonio, la rinuncia di Barracca: "Era impossibile proseguire"

di Gianluca Santisi | 20/02/2017 | CULTURA E SPETTACOLI

4040 Lettori unici | Commenti 5

Il gruppo con il carro dello scorso anno

Ci sarà un'assenza importante al “Carnevale dello Jonio 2017”. Quella dell'associazione “AltaTensione”, il gruppo del quartiere santateresino di Barracca capeggiato dal presidente Santino Carnabuci, vincitore di sette edizioni consecutive della manifestazione prima dell'annullamento, lo scorso anno, del concorso che stabiliva il carro più bello. “Ho chiesto più volte al Comune - ha spiegato Carnabuci - di fare un regolamento serio per il Carnevale, spiegando che sarebbe stato necessario suddividere i partecipanti in categorie”. Un modo per non creare discriminazione e polemiche tra carri professionali, come quello di Barracca, e altri più amatoriali. “A mio avviso – ha continuato Carnabuci – sarebbe stato un modo per far partecipare tutti. Peccato che non sia così”. L'Amministrazione comunale, infatti, concede lo stesso contributo economico ad ogni associazione partecipante (quest'anno 5mila euro), indipendentemente dalle spese sostenute e che invece variano in base al tipo di carro che viene realizzato. “Purtroppo non ci sono più le condizioni per partecipare – ha aggiunto il presidente dell'associazione 'AltaTensione' - perché non posso sempre rimetterci soldi di tasca”. Il gruppo di Barracca ha deciso così di emigrare per seguire la propria passione. “Sono profondamente addolorato – ha concluso Carnabuci – perché il cuore batte sempre per il mio paese, ma siamo già al lavoro per partecipare il prossimo anno al Carnevale di Acireale. Abbiamo già affittato il capannone...”.

Quest'anno le sfilate dei carri allegorici a S. Teresa si svolgeranno domenica 26 febbraio (alle 15, partenza da Bucalo) e martedì 28 (alle 15, partenza da piazza Mercato con manifestazione conclusiva al Palabucalo). Sette i carri partecipanti, in rappresentanza dei comuni di S. Teresa, Furci, Mandanici, Nizza e Fiumedinisi, a cui si aggiungono due gruppi in maschera di Mandanici e Sant'Alessio. Giovedì 23 si terrà invece la sfllata dei bambini delle scuole (ore 15 partenza da Piazza Mercato) e sabato 25 al Palabucalo, a partire dalle 16, è in programma il Carnevale dei bambini (festa in maschera con animazione, gonfiabili e mascherine).

Più informazioni: carnevale dello jonio 2017  


COMMENTI

Ehhh | il 20/02/2017 alle 14:19:15

Bastava fare un carro dignitoso, che sicuro vinceva anche senza strafare come siete abituati voi per voler dimostrare non so cosa.. Come Quei tipi che si comprano il macchinone e poi pagano rate per decenni PS dicono che ad Acireale i prezzi dei pezzi da comprare sono aumentati quest anno :P

Santino Carnabuci | il 20/02/2017 alle 21:22:07

Hai un bellissimo nome EHHH... non hai neanche il coraggio di mettete il tuo nome... L'accedu canta pi invidia o pi raggia

Pippo Sturiale | il 21/02/2017 alle 14:16:00

Quando si gareggia occorre partire senza vantaggi o handycap! In formula 1 la cilindrata è uguale per tutti e poi chi sa gestire meglio vince: avere tutti lo stesso contributo è giusto. Forse sarebbe stato opportuno, ma non so se è così, che la somma concessa fosse rendicontata ... ma a qualcuno piacerebbe vincere facile!? Signor Carnabuci il suo ragionamento non mi pare abbastanza sportivo, scusi la franchezza.

Santino Carnabuci | il 21/02/2017 alle 16:15:52

Sig. Sturiale, se ho offeso qualcuno, porgo le mie scuse... ma purtroppo Le confido che non appartengo alla categoria porgi l'altra guancia, ma pago con la stessa moneta.

ehhh | il 21/02/2017 alle 17:14:03

bastava fare un carro non strabiliante

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.