Lunedì 20 Novembre 2017
Ad effettuare il macabro ritrovamento un ciclista di S. Venerina


Limina. Cane impiccato per aver ucciso una capra

di Andrea Rifatto | 02/07/2014 | CRONACA

2314 Lettori unici | Commenti 4

La scena del ritrovamento

“Ha sgozzato una delle mie capre, per questo l’ho impiccato”. Questa l’assurda spiegazione addotta da un anziano per giustificare l’uccisione di un cane avvenuta nella serata di lunedì nelle campagne di Limina. A fare la macabra scoperta un 37enne di S. Venerina (Ct), appassionato di mountain bike, che si trovava a percorrere una strada di campagna tra Limina e Roccafiorita. Durante la pedalata il giovane si è trovato davanti ad una scena sconvolgente: un cane di colore bianco di razza maremmana, specie solitamente utilizzata per custodire le greggi, giaceva impiccato ad un albero. L’uomo ha provato ad aiutare l’animale, ma nonostante fosse ancora caldo, per lui non c’era più nulla da fare. Altri cani della stessa razza, probabilmente i suoi cuccioli, si aggiravano nei paraggi lamentandosi disperati. Il giovane catanese, che ha sporto denuncia il giorno seguente presso la stazione dei Carabinieri di S. Venerina, ha scorto poi nascosta tra i cespugli una persona anziana, intenta ad osservare la scena: interrogato su cosa fosse accaduto, l’uomo ha ammesso, dopo qualche tentennamento, di aver ucciso il proprio cane perché aveva sgozzato una capra del suo gregge, indicando al ciclista la carcassa dell’animale. Il 37enne ha scattato alcune foto, ma a causa della foratura degli pneumatici della sua bici, non è riuscito a raggiungere nell’immediatezza la più vicina stazione dell’Arma per denunciare il fatto.
L’episodio è stato segnalato anche all'Aidaa, Associazione italiana difesa animali ed ambiente, che si è subito messa in moto informando il presidente nazionale, Lorenzo Croce, e la responsabile per la Sicilia, avv. Floriana Pisani, che hanno deciso di rendere pubblico quanto accaduto e di predisporre una denuncia presso la Procura della Repubblica di Messina. “Abbiamo visionato le fotografie di quanto accaduto - spiegano Croce e Pisani -: una scena davvero orrenda. Andremo fino in fondo perchè il responsabile di questo fatto venga identificato”.

Più informazioni: cane impiccato  limina  


COMMENTI

Sergio Puglisi | il 02/07/2014 alle 17:09:31

Intanto l'animale all'anziano è morto e a nessuno interessa. Condivido pienamente il fatto che il cane non vada assolutamente impiccato, ma la questione non si può risolvere soltanto denunciando l'anziano, perchè il problema dei cani randagi continuerebbe a sussistere. Al di là del bigottismo che si fa facilmente quando muore un animale, a mio avviso sarebbe utile considerare azioni di intervento mirate a non far accadere vicende del genere.

animalista | il 02/07/2014 alle 20:21:44

Il cane non era randaggio bensì di sua proprietà. E vi posso assicurare che di questi fatti ne accadono spesso e anche in maniera più crudele.

Massimo | il 03/07/2014 alle 19:24:13

Per il primo commento Basterebbe leggere bene l'articolo invece di farsi troppe strade in testa..

serena grasso | il 19/12/2014 alle 14:19:01

Sergio Puglisi perche' non t'impicchi tu invece...a me non me ne fregerebbe proprio un cavolo! invece me ne frega tanto degli animali maltrattati...e noi siciliani siamo i peggiori! mi vergogno di essere siciliana anche per questo motivo!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.