Mercoledì 13 Dicembre 2017
Stigmatizzate le dichiarazioni del deputato. Prende posizione anche la Camera Penale


L'Anm: "Gravi gli attacchi di De Luca, sostegno alla magistratura di Messina"

27/11/2017 | CRONACA

1844 Lettori unici | Commenti 1

L’Associazione Nazionale Magistrati stigmatizza “con forza e fermo disappunto i gravi attacchi e le incresciose strumentalizzazioni, posti in essere da tempo e senza soluzione di continuità, dal neoeletto rappresentante delle istituzioni siciliane, Cateno De Luca, ai danni della funzione giudiziaria e, indiscriminatamente, ai danni dei magistrati messinesi titolari o assegnatari dei procedimenti che lo riguardano”. L’Anm in una nota esprime “solidarietà e vicinanza alla magistratura messinese, vittima di queste aggressioni, la quale continuerà ad esercitare le proprie funzioni in silenzio, soggetta solo alla legge, libera, con rigore e serenità”.  L’Associazione dei magistrati di “attacchi smodati, al di fuori di ogni limite di continenza, sferrati in ogni sede, anche non giudiziaria e in costanza dei processi che lo riguardano, nonché al di fuori degli strumenti previsti per legge per contestare i provvedimenti dell’Autorità giudiziaria e del tutto al di fuori degli argini all’esercizio del diritto di difesa e di libertà di manifestazione del pensiero”. “Si tratta – spiega ancora l’Associazione – di attacchi concretizzati attraverso qualsiasi mezzo di comunicazione, anche social network, con massima enfasi mediatica, in assoluto spregio della funzione giudiziaria e con grave pregiudizio della immagine di terzietà dei magistrati che sono o potrebbero essere chiamati a pronunciarsi sui fatti a lui contestati”.

Sulle esternazioni di De Luca è intervenuto anche l’ avvocato Filippo Mangiapane, presidente della Camera Penale di Messina "Erasmo da Rotterdam". “Non condividiamo assolutamente le esternazioni dell'On. Cateno De Luca contro la Magistratura di Messina. Il cittadino cosa può pensare che sia la Magistratura Messinese, cosiì come la dipinge l'On. Cateno De Luca. L'On.Cateno De Luca si faccia i suoi processi penali, così come se li fanno gli altri normali cittadini e gli auguriamo che possa fare valere le sue ragioni nella sede giudiziaria, se può. Noi esprimiamo la nostra massima solidarietà ai PM, GIP, Giudicanti tutti del nostro Foro. Non è giusto e neanche opportuno – conclude la nota – generalizzare complotti e killeraggi vari”.


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 28/11/2017 alle 14:06:47

Credo che l'Associazione Nazionale Magistrati dovrebbe difendere la categoria, non pregiudizialmente, ma esaminando i fatti e facendo chiarezza, solo così può diventare credibile, perché a Messina non tutto appare chiaro! Certo la moderazione, da tutte le parti, non sarebbe cosa sbagliata.Chi va oltre le righe!? Chi parla in maniera alterata e sopra le righe o chi agisce, pure questi sopra le righe, in maniera contraddittoria e discutibile!? ... e poi a Giletti piace la caciara a La7, come la cercava alla RAI ... raramente conviene vederlo!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.