Lunedì 17 Giugno 2024
La capolista del girone si aggiudica il big match del campionato di B1 femminile


Volley, il derby va all'Akademia Messina: sconfitta in casa l'Amando Santa Teresa

20/02/2022 | SPORT

553 Lettori unici

È l’Akademia Messina ad aggiudicarsi il derby del girone F della diciassettesima giornata del campionato di Serie B1 femminile di volley, che al Palabucalo di Santa Teresa di Riva ha visto fronteggiarsi le padrone di casa dell’Amando Volley con le giocatrici messinesi. Le ospiti si sono infatti imposte per 3-0 conquistando tre punti che portano l’Akademia a quota 33, sempre al primo posto del girone, mentre l’Amando rimane a 27 punti ma scivola in quarta posizione. Formazioni iniziali secondo pronostico con le biancocelesti ci casa che si schierano con Agostinetto in palleggio opposta a Benny Bertiglia, Bilardi e Cecchini al centro, Marino e Silotto di banda e Monaco libero. Dal canto suo l’allenatore Nino Gagliardi, ex tecnico del Santa Teresa, fa disporre le prime della classe con Muzi ad alzare e Varaldo in posto 2, Cardoni e Composto sottorete, Martilotti e Deborah Liguori a schiacciare, con Michela Pisano, eletta quest’oggi miglior giocatrice della gara, libero. Partita molto equilibrata nei primi due set, più complicata nel terzo per le santateresine, costrette a una partenza ad handicap essendosi trovate sotto di otto punti (1-9) dopo un redditizio turno al servizio di Margherita Muzi e poi anche di nove (3-12) dopo un pallonetto dalla seconda linea di Valentina Martilotti. Nel primo set sul 6-8 da rilevare un fruttuoso turno alla battuta della Bertiglia (anche un ace per lei) che consente alle sue di portarsi avanti sull’11 a 8 e costringere il coach messinese al timeout. È un continuo rincorrersi tra le due compagini ma la squadra di casa tiene: Gagliardi cambia la Liguori e fa entrare la Garofalo e sul 20-18 ricorre al secondo discrezionale. La parità si materializza sul 23-23 e le ospiti se lo aggiudicano prima con attacco vincente della Cardoni e poi con una giocata della Bertiglia che si perde oltre la linea.

Nel secondo set partono meglio le messinesi (1-4, Varaldo mura la Bertiglia) ma la parità viene raggiunta sul 7-7 e mantenuta fino all’11-11 quando le padrone di casa mettono la freccia e sul 15-11 (bel servizio della Bilardi col pallone non controllato al meglio dalla Martilotti) c’è il primo timeout del set chiamato da mister Gagliardi. Vantaggio rassicurante che le santateresine difendono sino al 20-17 (bella giocata della Bertiglia) poi viene fuori l’esperienza delle messinesi che agguantano il pari sul 21-21 (Garofalo vincente dalla seconda linea) e si aggiudicano in seguito il set con un filotto positivo iniziato con un ace della Martilotti e chiuso una doppia conclusione vincente, cercando le mani del muro, prima della Varaldo e poi della Garofalo. Terzo set con partenza ad handicap per le padrone di casa costrette a rincorrere da subito e cercare di colmare l’iniziale svantaggio di 3-12. Entrano la Ferrarini, la Mercieca, la Grillo ma il risultato ottenuto è solo quello di recuperare qualche punto. Anche un cartellino rosso sventolato dal primo arbitro ai danni della Marino per condotta antisportiva non facilita le cose e il set si chiude sul 18-25 a seguito di un attacco fuori di Matilde Mercieca. Per l’Amando Volley ci sarà l’occasione di ritornare alla vittoria nel prossimo weekend, quando affronteranno la trasferta di Cutrofiano, cenerentola del girone, tutt’ora a zero punti.

TABELLINO

Amando Santa Teresa di Riva – Akademia Messina 0-3 (23-25, 22-25, 18-25)

Amando: Monaco (L), Cecchini, Bilardi, Mercieca, Agostinetto, Marino, Grillo (L2), Ferrarini, Marino, Bertiglia. N.E. Amaturo, Marcello. All: Jimenez

Akademia: Varaldo, Composto, Martilotti, Muzi, Quarto, Liguori, Garofalo, Pisano (L), Cardoni. N.E. Fabbo, Anselmo, Iannone. All: Gagliardi

Arbitri: Dalila Villani di Terni e Dalila Viterbo di Livorno 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.