Giovedì 29 Febbraio 2024
Presentata la quarta edizione della gara valida anche come campionato regionale


"Trinacria Race", la mountain bike nazionale di scena a Letojanni e in altri sette comuni

di Andrea Rifatto | 13/02/2023 | SPORT

640 Lettori unici

La conferenza stampa di presentazione

Otto comuni coinvolti, centinaia di atleti da tutta Italia e non solo, tre percorsi con dislivelli da zero a oltre 2.200 metri. Sono i numeri della quarta edizione della Trinacria Race, gara ciclistica nazionale in programma a Letojanni e in altri sette centri del comprensorio sabato 29 e domenica 30 aprile, organizzata dall’Asd Special Bikers Team di Caltanissetta e dall’Asd Letofreebike “Piero Leone” di Letojanni, che dal 2019 collaborano per la gara valida come specialità XCM con abbinata XCP, inserita anche nel calendario regionale fuoristrada con la Marathon valida come Campionato regionale Assoluto. L’edizione 2023 è stata presentata ieri pomeriggio nel municipio di Letojanni e coinvolgerà anche quest’anno, oltre la cittadina costiera, anche i comuni di Gallodoro, Mongiuffi Melia, Roccafiorita, Sant’Alessio Siculo, Forza d’Agrò Limina e Antillo. “Una manifestazione ormai consolidata a Letojanni - ha esordito il vicesindaco con delega allo Sport, Antonio Riccobene - e per il nostro paese è arrivato un riconoscimento prestigioso visto è stato scelto dalla Federazione Ciclistica Italiana come sede del Campionato italiano categoria Marathon 2024, la cui organizzazione è stata assegnata proprio a Special Biker Elios Team e Leto Free Bike Piero Leone, realtà il cui impegno di questi anni ci hanno spinto come Amministrazione comunale a proporci per questo campionato. La Trinacria Race è una manifestazione apprezzata per il circuito e l’accoglienza riservata ai partecipanti e quest’anno il territorio ospiterà circa 2.500 persone tra atleti e persone al seguito”. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti anche i sindaci Alfio Currenti di Gallodoro e Concetto Orlando di Roccafiorita e gli assessori Marcello Longo di Mongiuffi Melia, Roberta Rigano di Sant’Alessio e Arianna Sturiale di Antillo.

La storia e le caratteristiche della corsa sono state illustrate da Adriana Amorelli, addetta a giuria, segreteria e logistica: “Un evento frutto della fusione di due belle realtà del ciclismo che hanno in comune la tenacia e la voglia di far crescere la nostra regione - ha detto - la Trinacria Race è ormai una gara conosciuta sul territorio nazionale, con una propria identità ben definita e che si è distinta per i suoi alti livelli di sicurezza, organizzazione e accoglienza. Nel 2019, alla prima edizione, abbiamo avuto 572 atleti, nel 2020 la pandemia ci ha bloccato, nel 2021 è diventata gara nazionale e nel 2022 abbiamo confermato il livello della manifestazione, ricevendo tanti complimenti degli atleti, la cosa che più ci gratifica. Continuiamo a crescere e quest’anno saremo anche Campionato regionale e dalla nostra gara usciranno i campioni siciliani maschile e femminile. Ringraziamo il Comitato regionale Sicilia della Federazione Ciclistica Italiana, in particolare il presidente Diego Guardì che ci ha dato fiducia”. Tanta soddisfazione anche per l’assegnazione del Campionato italiano Marathon 2024, che che mancava in Sicilia da dodici anni. Diverse le realtà che collaborano alla riuscita della Trinacria Race, come Motoclub Letojanni Racing, Ari Santa Teresa, Misericordia San Giuseppe, Rangers International, volontari delle società sportive e cittadini che aiutano gli atleti lungo il circuito. “Una fusione con il territorio e le tradizioni - ha aggiunto Amorelli - e  quest’anno è stata creata una maglia tecnica celebrativa che risalta la dinamicità del circuito ma soprattutto la nostra sicilianità, oltre ad eventi collaterali sportivi, gastronomici e folkloristici e un concorso fotografico. Inoltre sarà allestito un infopoint curato dall’Amministrazione comunale di Letojanni con i giovani del Servizio civile per informare su tutte le attività e le attrattive dei comuni della zona”.

I dettagli tecnici sono stati illustrati da Luigi Congiu, presidente dell’Asd Special Bikers Team. I percorsi agonistici saranno tre: Marathon da 67 km con 2.280 metri di dislivello, Granfondo da 44 km con 1.480 metri di dislivello, Granfondo e-bike da 44 km con 1.480 metri di dislivello, Pedalata ecologica da 25 km com 770 metri di dislivello per mountain bike e 44 m con 1.480 metri di dislivello per e-bike denominata “Memorial Piero Leone”. Tutte le gare sono inserite nel Circuito Trofeo dei Parchi Naturali, nel circuito Mediterranea Mtb challenge e Open Speed. La partenza è prevista dal lungomare di Letojanni, l’inizio della gara sarà dato nelle vie cittadine e sarà guidato fino all’uscita del paese e da contrada Silemi bassa si accederà alle griglie ufficiali di partenza, da dove i percorsi si articoleranno in strade prevalentemente sterrate che attraversano gli otto comuni, dal letto del torrente Letojanni alle valli del Ghiodaro e dell’Agrò, con arrivo sul lungomare letojannese. Previsto il "Gran Premio della Montagna" che vedrà la premiazione del primo arrivato nel tratto più alto del percorso Marathon ossia il Monte Kalfa di Roccafiorita (1000 metri). Enzo Lo Monaco, presidente di Letofreebike “Piero Leone”, ha ricordato la collaborazione con la Fratres Letojanni donatori sangue, realtà di cui faceva parte Leone, e che saranno devolute delle somme all’Airc per aiutare la ricerca contro il cancro, sottolineando la novità del villaggio che verrà allestito in piazza Cagli con la presenza dei Comuni e degli sponsor e di un circuito per i bambini che sarà aperto il 29 aprile.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.