Mercoledì 25 Novembre 2020
Quattro nuovi arrivi nel club. Il presidente Casablanca torna sulla vicenda scissione


Tennis. Il Tc Junior S. Teresa scatenato sul mercato

di Sikily News | 18/01/2014 | SPORT

2352 Lettori unici

Da sx: Napoli, Di Stefano, Casablanca, Scarcella, Brunetto, Patti e Trisini

Tennis Club Junior di S. Teresa di Riva scatenato sul mercato in questo avvio di 2014: la società ha reso noto con un comunicato diramato oggi di aver ingaggiato quattro nuovi tennisti che scenderanno in campo con la maglia del club santateresino a partire dai campionati che avranno inizio in primavera. Ad approdare a S. Teresa sono giovani atleti provenienti da circoli della provincia di Messina ma non solo. Si tratta di Andrea Patti, classe 1993 classifica federale D3, proveniente dal circolo Tennis Fiumefreddo; Rosario Napoli, classe 1991 classifica D2, che arriva dal circolo Tennis Giardini; Damiano Velardo classe 1996 con classifica D2 proveniente dalla Pol. Rescifina di Messina e Damiano Di Stefano classe 1997 classifica D4 proveniente dal prestigioso Tennis Club Le Rocce di Giarre. Un parco giocatori che dunque si rinnova e in cui si abbassa notevolmente l’età media, dopo la partenza di alcuni tesserati. La società tennistica santateresina non esclude che ci possano essere altri arrivi nei prossimi giorni, così da chiudere il cerchio e allestire diverse formazioni che parteciperanno ai campionati federali. Aggiornato inoltre l’organigramma societario, con l’ingresso di Francesco Fazio come consigliere, mentre Giuseppe Scarcella sarà il nuovo Team Manager responsabile tesseramenti ed eventi, Bruno Brunetto Direttore Sportivo responsabile squadre ed organizzazione, Francesco Trisini Direttore Tecnico responsabile Scuola Tennis, Andrea Rifatto Dirigente responsabile comunicazione, immagine e rapporti con la Federazione Italiana Tennis. Nuovo medico sociale è il dott. Antonino Toscano, mentre Antonello Parisi sarà il preparatore atletico. Una menzione particolare viene fatta dal presidente Angelo Casablanca e da tutta la società a Giuseppe Scarcella, a cui viene dato il merito delle operazioni che hanno portato nuova linfa e spessore tecnico al sodalizio santateresino. Nella nota il presidente si è inoltre espresso sui fatti accaduti nelle scorse settimane, quando alcuni atleti del Tc Junior hanno fatto pervenire le lettere di svincolo abbandonando il club e fondando una nuova società a Furci Siculo. “Per ristabilire la verità – scrive Casablanca - una doverosa precisazione va fatta riguardo l’abbandono della società a campionati in corso dell’ ex tesserato Grimaldi, che sa benissimo quali sono stati i motivi che hanno portato alla sua esclusione dalla squadra A, decisione presa a maggioranza assoluta dai componenti del team (4 su 5 con un astenuto). Motivo di ciò – spiega il presidente del Tc Junior - è stato il suo comportamento indisciplinato e contro ogni regolamento tenuto in campo, soprattutto nel corso della partita svoltasi a Licata nel febbraio del 2013. Comportamenti che si sono ripetuti anche nel match di ritorno a S. Teresa, con atteggiamenti intollerabili, anche nei confronti dei compagni di squadra, troppo spesso sopportati negli incontri di campionati a squadre. Si è parlato - continua - di mancanza di confronto e di entusiasmo: tutto ciò è falso, in quanto in seguito l’ex tesserato fu invitato ad una riunione per chiarire l’accaduto, ma non si presentò”. Riguardo la mancanza di entusiasmo, Angelo Casablanca scrive come i nuovi arrivi dimostrino il contrario e come il Tc Junior abbia una rispettabilità e un prestigio a livello provinciale, considerati i venti anni di onorata attività, che nessuno potrà scalfire. “Nonostante questo diniego al confronto – prosegua la nota - la società è stata disponibile ad allestire una formazione di serie D3 nel campionato invernale, come da sua espressa richiesta, che è stata ritirata per mancanza di atleti, visto che i compagni di squadra di Grimaldi lo hanno seguito in questo suo comportamento inaccettabile e ambiguo. Vogliamo ricordare inoltre che l’ex tesserato Grimaldi negli anni scorsi ha abbandonato la società Tc Junior per ben tre volte, passando al Tc Venetico ed allo Sporting Club Taormina, ma nonostante ciò ha continuato regolarmente a dirigere la scuola tennis ed il settore tecnico della società. Due anni fa è voluto ritornare, adesso è andato via negando il confronto e senza esternare alcunché, sapendo che il suo comportamento è stato bocciato a maggioranza assoluta”.
In chiusura il presidente del team santateresino lascia un consiglio agli altri cinque tesserati che hanno lasciato la società: “Siete sempre stati motivati e rispettati: ragionate con le vostre idee, vi siete fatti trasportare da cattivi pensieri, non avevate alcun motivo per andare via e questo lo sapete benissimo, dovevate dimostrare un po’ di personalità e di rispetto per il Tc Junior”.
Domani intanto riprendono i campionati a squadre: a scendere in campo sarà la formazione di serie C, che riceverà in casa il Nuovo Tennis Club Capo D’Orlando, nella prima giornata di ritorno del Campionato Invernale maschile 2013/2014.

Più informazioni: tc junior s. teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.