Sabato 11 Luglio 2020
Al campo di Sperone i biancorossi si impongono 25-7. Mancata la quarta meta e il bonus


Rugby. La Partenope Napoli sconfitta dall'Amatori Messina

17/11/2013 | SPORT

3088 Lettori unici

Jacob Gaina (Amatori) durante un'azione del match (foto Arena)

L’Amatori Rugby Messina vince contro la Partenope Rugby nel turno casalingo disputato al Campo di Sperone, per un finale di 25 – 7. La squadra di coach Ryan risale al quarto posto nella classifica di Serie B Girone D con 22 punti. Un incontro ostico, ben più difficile da affrontare per i messinesi rispetto alle previsioni, così commentato dal presidente Nello Arena: “Una partita che ci siamo voluti complicare ma che, tuttavia, alla fine ha portato il risultato che cercavamo. Unico rammarico: è mancata la quarta meta e, quindi, il punto di bonus”. La Partenope nel corso del gioco si rivela pronta ad attaccare fino all’ultimo minuto disponibile, senza mollare la speranza e dando filo da torcere soprattutto in mischia. Dal canto loro, i biancorossi fanno valere la superiorità tecnica e l’esperienza, per evitare che l’avversario vada a finalizzare alcune occasioni di meta e mantenendo alta la guardia, nonostante i sintomi di stanchezza divenuti evidenti nella seconda fase della ripresa. Qualche infortunio manda all’Ospedale Papardo alcuni giocatori: Di Trapani dell’Amatori e Ricciardi della Partenope, che scontratisi, si procurano delle ferite, rispettivamente al sopracciglio e allo zigomo. Anche Arbuse ha bisogno delle cure del vicino Pronto soccorso, per una lacerazione allo zigomo. Il match si apre subito con una lotta serrata tra le due formazioni, che produce la prima punizione a favore dell’Amatori, trasformata da Smith. I biancorossi prevalgono nel possesso di palla e al 10’ arriva anche la meta: da una mischia i messinesi aprono ai tre quarti, Smith si impossessa dell’ovale servendo Muyodi che scatta, evitando il placcaggio degli avversari. Trasformazione di Smith. Dopo cinque minuti, un’altra azione che finisce in meta per l’Amatori: ancora una volta da una mischia Gaina prende la palla, sapientemente finge un passaggio e, invece, si lancia per realizzare altri cinque punti. Smith non riesce a trasformare colpendo, invece, il palo. Ma il giovane inglese si rifà al 21’, centrando, stavolta, i pali con un piazzato. Al 39’ è cartellino giallo per Musicò. Si va al riposo con un parziale di 18 – 0. Il secondo tempo inizia con la determinatezza della Partenope che si materializza nel piazzato di Reyna al 3’ e nella meta arrivata poco dopo, al 4’, firmata da Gallo, in seguito ad un avanzamento di mischia. Trasforma Reyna. Nonostante la tenuta dei napoletani, i padroni di casa, seppur con qualche difficoltà, non permettono loro di mettere da parte altri punti. Sono, invece, i biancorossi che, dopo una mischia, incassano la terza meta, con Gaina che conquista la palla passandola a Blandino che segna al 35’. Trasformazione di Smith. A ridosso dell’ultimo minuto il biancorosso Salvador riceve un calcio al volto dal campano De Merulis che viene espulso dall’arbitro. La tensione suggerisce il fischio finale. Poi, come di tradizione, lo scambio di abbracci, perché nella palla ovale tutto scivola, anche un gesto insperato.

AMATORI
Barone; Arbuse (35’ st Purello); Dejean; Santilano; Muyodi; Smith; Gaina (35’ st Placanica); Miduri; Cipriano (35’ st Salvador); Blandino; Grimaldi; Di Trapani (20’ st Tornesi); Bombaci (1’ st Cinà); Musicò (11 st Morabito); Catania. Allenatore: Bevan Ryan

PARTENOPE
Martone, De Merulis, Fiore (30’ st Falbo), Ricciardi, Giustiniani, Reyna, Gherardi, Dublino, Gelormini, Valerio, Piscopo (35’ Larocca), Gallo, Giacco, Coppola, Adamo. Allenatore: Ezio Fallarino

Arbitro: Belvedere (Roma)

 

 

Le immagini dell'incontro

 

Più informazioni: rugby  amatori messina  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.