Lunedì 06 Luglio 2020
Fatale l'espulsione di Izzillo dopo un buon primo tempo. Finisce 3-1 per i locali


Lega Pro. Il Messina in dieci affonda a Caserta

di Carmelo Micalizzi | 15/02/2015 | SPORT

1479 Lettori unici

Disastroso epilogo per il Messina, che nella 25esima giornata del campionato di Lega Pro, girone c, capitola anche a Caserta rimanendo così ancora impelagato al limite della zona playout. Giallorossi che giocano ordinati tutta la prima frazione rischiando sì qualcosa nei confronti dei padroni di casa ma riuscendo comunque a tenere sullo zero a zero il risultato, seppur rinunciando totalmente alla fase offensiva. Dopo l’espulsione di Izzillo la svolta, con la Casertana che riesce a trovare i tre punti senza riuscire a mantenere però la porta inviolata, per il gran gol di Orlando che torna sul tabellino dei marcatori dopo tre giornate fissando il finale sul 3-1. 
Tre punti per restare a galla, utili per staccare la zona playout e tirarsi fuori considerando anche i risultati di questo turno che ha visto le sconfitte di tutte le squadre nella zona bassa della classifica. Grassadonia rivoluziona modulo e formazione assegnando la fascia di capitano a Bortoli e lasciando in panchina Damonte, Orlando e Corona. Tra i pali va Iuliano protetto dalla linea a tre composta da Stefani e Altobello con il rientrante Silvestri; sugli esterni Cane e Rullo chiamati soprattutto a effettuare la fase difensiva, al centro Izzillo, Mancini a Ciciretti a supportare l’unica punta De Paula alla sua prima da titolare con la maglia del Messina.

Primo tempo noiosissimo e quasi del tutto a stampo rossoblù. Al 5’ subito pericoloso Tito abile a sfruttare uno schema su punizione, ma il suo cross forte e teso in mezzo è mal sfruttato dai compagni. Alla mezz’ora il monologo dei falchetti si concretizza con un ottima azione sulle corsie: cross dalla sinitra ancora di Tito che trova sul pallone Cissè in area piccola, il suo colpo di testa a rete viene miracolosamente respinto da Iuliano. La Casertana colleziona calci d’angolo e il Messina si limita a difendere sprecando quei pochi tentativi di ripartenza. L’unico guizzo dei giallorossi porta il nome di Altobello che impegna Fumagalli di testa su punizione di Ciciretti (38’). Sul corner successivo per poco De Paula non infila Fumagalli in uscita maldestra. 

Seconda frazione sulla falsa riga della prima: i campani sfiorano subito la rete con Cissè e poi ci provano ancora con Mancino. L’unico protagonista per i siciliani in avvio di ripresa è Izzilo che prima conclude potente a lato al 52’ e appena due minuti dopo si fa espellere per doppia ammonizione dopo un banalissimo tocco con il braccio sulla trequarti. Lo segue Danilo Pagni che viene allontanato dal direttore di gara poco dopo. I padroni di casa ne approfittano e prima vanno vicini al gol con un tiro deviato di Rajcic e poco dopo sbloccano con Mancini che si avventa su una sponda di Diakitè e calcia al volo infilando Iuliano. Continua il monologo rossoblù. Grassadonia inserisce Corona e Orlando per Silvestri e De Paula e il Messina si scuote e va alla conclusione con lo stesso Orlando 30 secondi dopo che al volo impegna Fumagalli. I peloritani aumentano la pressione e guadagnano campo ma è la Casertana a rischiare di trovare il raddoppio, ma la rete di Diakitè è in netto fuorigioco e Giua di Pisa annulla (72’). A dieci dalla fine va negli spogliatoi anche Gianluca Grassadonia, allontanato dal direttore di gare per proteste. A due minuti dalla fine spazio anche per il gol del 2-0: Rajcic serve ottimamente sull’esterno di destra Diakitè che dà in mezzo a Caccavallo che non puo sbagliare. Inaspettatamente il Messina accorcia le distanze al 90’ con uno spettacolare sinistro al volo da fuori che si insacca nell’angolo alla sinistra di Fumagalli per il 2-1. 
Ma non è ancora finita perchè sono i padroni di casa a chiuderla al 92’ con Caccavallo che infila Iuliano al termine di un contropiede, realizzando la doppietta personale che vale il 3-1.Termina così Casertana-Messina, gara che inaugurava il tour de Force che vedrà il Messina impegnato la settimana prossima a Lecce poi domenica 1 marzo al S.Filippo, contro la Juve Stabia. 

TABELLINO

CASERTANA - MESSINA 3 - 1

Reti: 66’ Mancino, 88' Caccavallo , 90' Orlando (M), 92' Caccavallo

CASERTANA (4-2-4): Fumagalli, D’Alterio (83’ Antonazzo), Idda, Mattera, Tito, Marano (16’ Carrus), Rajcic, Caccavallo, Diakite, Cissé (79’ De Marco), Mancino. A disposizione: D’Agostino, Rainone, Cunzi, Ricciardo. Allenatore: Salvatore Campilongo.

MESSINA (3-5-2): Iuliano, Cane, Silvestri (72’ Orlando), Izzillo, Altobello, Stefani, Mancini, Bortoli, De Paula (72’ Corona), Ciciretti (59’ Damonte), Rullo. A disposizione: Berardi, Donnarumma, Bonanno, Spiridonović. Allenatore: Gianluca Grassadonia


Arbitro: Antonio Giua di Pisa

Ammoniti: Izzillo, Mancini, Corona, Rullo (M)


Espulsi: 55’ Izzillo (M)

Recupero: 3’ pt, 3' st

Più informazioni: acr messina lega pro  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.