Martedì 23 Aprile 2024
Nuova impresa sportiva per il 20enne judoka di S Teresa, atleta delle Fiamme Gialle


Elios Manzi vince l'oro in Kazakistan e vola alle Olimpiadi di Rio 2016

di Redazione | 13/05/2016 | SPORT

8038 Lettori unici

Elios Manzi, atleta del gruppo sportivo Fiamme Gialle

Grande impresa sportiva per Elios Manzi. Il judoka 20enne di S. Teresa di Riva, atleta della nazionale italiana e del gruppo sportivo Fiamme Gialle, ha vinto oggi il Grand Prix di Almaty, in Kazakistan, ottenendo la medaglia d’oro contro l’atleta di casa Rustam Ibrayev nella categoria 60 kg e conquistando il pass per le Olimpiadi in programma a Rio de Janerio dal 5 al 21 agosto. Il ventenne santateresino ha disputato il torneo, penultima prova qualificativa ai Giochi Olimpici, da grande protagonista: ha subito sconfitto per ippon una delle teste di serei del torneo, il francese Vincent Limare, superato anche nella rassegna continentale, per poi riservare lo stesso trattamento al finlandese Juho Reinvall, che ha accumulato quattro shido, ed al padrone di casa kazako Askhat Telmanov. In semfiinale, Manzi ha affrontato il numero due del tabellone, l’uzbekoSharafuddin Lutfillaev, superando anche questa prova di maturità per yuko. In finale, l’azzurro si è trovato a dover combattere contro il forte kazako Ibrayev, numero uno del tabellone e vicecampione mondiale in carica, che naturalmente ha potuto beneficiare del supporto di tutto il pubblico di Almaty. Partito con tutti i pronostici contro, Manzi ha subito aperto le danze mettendo a segno uno yuko, per poi gestire il proprio vantaggio ed accumulare due shido. Proprio quando Ibrayev ha tentato la reazione finale, poi, Manzi ha saputo sfoderare un nuovo colpo da maestro, con un secondo yuko che gli ha regalato la medaglia d’oro. Il titolo di Almaty permette dunque all’azzurro di rimontare il ranking olimpico e di rientrare virtualmente tra i qualificati, un’impresa che sembrava impossibile prima degli Europei, ma che il siciliano sta per portare a termine.

Più informazioni: elios manzi  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.