Mercoledì 01 Aprile 2020
Previsto l'affidamento di cinque incarichi professionali ad altrettanti tecnici


Unione Valli Joniche, stanziati 45mila euro per la progettazione di opere

di Andrea Rifatto | 08/08/2016 | POLITICA

2306 Lettori unici

Di Cara con alcuni assessori e il presidente del Consiglio

L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani ha stanziato 45mila 500 euro per avviare la progettazione di alcune opere ritenute strategiche. La Giunta guidata dal sindaco di Forza d’Agrò, Fabio Di Cara, riunitasi nell’aula consiliare di Roccalumera con gli assessori Marcello Bartolotta, Gaetano Argiroffi e Armando Carpo (assente Nino Bartolotta), ha assegnato al responsabile dell’Area tecnica le somme per procedere all’affidamento di una serie di incarichi professionali. Nello specifico si tratta di 15mila euro da destinare ad un ingegnere civile per la progettazione definitiva della strada intervalliva S. Teresa Antillo; 10mila euro per un ingegnere idraulico che dovrà occuparsi della progettazione definitiva o dello studio di fattibilità per l’unificazione dei lungomari tra S. Alessio e Roccalumera; 7mila 500 euro per un ingegnere civile che rediga la progettazione definitiva della strada Roccalumera-Pagliara-Mandanici; 10mila euro per l’affidamento di un incarico ad un geologo a supporto della progettazione delle tre opere precedentemente indicate e infine 3mila euro per lo studio di fattibilità e altre prestazioni per un progetto di recupero dell’antica Via Basiliana tra la chiesa dei SS. Pietro e Paolo d’Agrò di Casalvecchio e l’omologa chiesa di Itala. Prima di assegnare le somme la Giunta ha revocato una delibera del 5 aprile adottata dall’Esecutivo guidato dal sindaco di Pagliara Domenico Prestipino con la quale venivano stanziati 10mila euro per attività di studio, consulenza e verifica bandi e finanziamenti europei, ritenuta troppo generica. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.