Sabato 31 Luglio 2021
Il sindaco di Forza d’Agrò subentra al collega di Pagliara Domenico Prestipino


Unione dei Comuni, Fabio Di Cara eletto nuovo presidente

di Andrea Rifatto | 08/04/2016 | POLITICA

1474 Lettori unici

Fabio Di Cara

Cambio al vertice dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani. L’assemblea dei sindaci, convocata a Rocchenere (frazione di Pagliara) nella sede amministrativa dell’ente sovracomunale, ha infatti eletto questa sera come nuovo presidente il sindaco di Forza d’Agrò Fabio Di Cara, assessore dell'Unione dal 29 gennaio scorso, che prende il posto dell’uscente Domenico Prestipino, primo cittadino di Pagliara, il cui mandato è scaduto il 30 ottobre scorso. All’elezione, oltre al neoeletto, erano presenti i sindaci di altri sette degli undici comuni che fanno parte dell’Unione: Marco Saetti (Casalvecchio Siculo), Sebastiano Foti (Furci Siculo), Marcello Bartolotta (Limina), Armando Carpo (Mandanici), Domenico Prestipino (Pagliara), Santino Russo (Roccafiorita) e Gaetano Argiroffi (Roccalumera). Assenti Davide Paratore (Antillo), Rosa Anna Fichera (Sant’Alessio Siculo) e Nino Bartolotta (Savoca). Di Cara, 42 anni, ha ottenuto nella votazione a scrutinio segreto tutti gli otto voti dei presenti e rimarrà in carica un anno, così come previsto dallo Statuto. Una volta proclamato presidente, ha ringraziato i presenti e in particolare il suo predecessore Prestipino, elogiandone l’operato e annunciando all’assemblea dei sindaci che proseguirà a portare avanti quanto già iniziato, oltre a programmare nuove iniziative per il territorio. Nelle prossime settimane provvederà a nominare i nuovi assessori che compongono la giunta dell’Unione dei Comuni.

Tra le prime questioni che il neo presidente si troverà ad affrontare la problematica relativa alla sospensione del servizio di trasporto disabili, gestito fino al 23 marzo dal Distretto Socio Sanitario D32 di Taormina: nell'ultima seduta di Consiglio, l'assemblea ha approvato una mozione di indirizzo per la Giunta per valutare se è possibile, in termini giuridici ed economici, che l'Unione garantisca il servizio nelle more dell'espletamento delle nuove gare d'appalto da parte del Distretto, in modo da evitare disagi ai circa 10 soggetti con disabilità residenti in particolare nei comuni della Valle d'Agrò. Oltre a ciò, la nuova Amministrazione dell'Unione Valli Joniche avrà anche la possibilità di valutare progetti e investimenti utili al territorio, visto che nelle casse dell'ente si trovano circa 400mila euro, come evidenziato dal presidente uscente.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.