Venerdì 28 Febbraio 2020
L'assemblea tornerà a riunirsi per una surroga e l'elezione del vicepresidente


Sant'Alessio, staffetta in Consiglio e incognite in Giunta tra dimissioni e caselle vuote

di Andrea Rifatto | 16/01/2020 | POLITICA

477 Lettori unici

Sarà questa la futura Giunta al completo?

Tornerà a riunirsi lunedì 20 gennaio (ore 18) il Consiglio comunale di Sant’Alessio Siculo, con una seduta nel corso della quale verranno messe a posto alcune caselle rimaste in sospeso dopo il rimpasto attuato a dicembre dal sindaco Giovanni Foti, con l’azzeramento delle cariche e la nomina di una nuova Giunta. In aula prenderà posto sui banchi della maggioranza l’assessore Natale Ferlito, che ricoprirà anche la carica di consigliere dopo le dimissioni di Virginia Carnabuci, nominata assessore il 17 dicembre insieme proprio a Ferlito e al riconfermato Saro Trischitta. Il neo consigliere (già in maggioranza tra 2012 e 2017) presterà giuramento e si procederà quindi alla convalida della carica e alla verifica delle condizioni di incandidabilità e ineleggibilità. Il Consiglio dovrà anche eleggere un nuovo vicepresidente, carica fin qui ricoperta da Virginia Carnabuci (rientrata a Roma dopo aver partecipato alla seduta di giunta di fine 2019) e che adesso potrebbe andare a uno tra Alessio Fichera o Natale Ferlito. Il sindaco Giovanni Foti comunicherà poi all’aula la composizione della nuova squadra di governo, ancora priva di un componente in attesa di chiarimenti con l’ex vicesindaco Franco Santoro, il cui gruppo è fuori dall’Amministrazione visto che il consigliere Nino Lo Monaco ha assunto una posizione indipendente. Se tra Foti e Santoro sarà raggiunta un’intesa (probabile che il confronto avvenga dopo il 20) quest’ultimo potrebbe rientrare o indicare un assessore esterno; in caso contrario è pronto a ricoprire la vicesindacatura il presidente del Consiglio Domenico Aliberti, che rimarrebbe anche consigliere e lascerebbe la presidenza all’ex assessore Giuseppe Pasquale, rimasto fuori dopo l'azzeramento. Con l’ingresso in Giunta di Aliberti, uno tra Ferlito e Trischitta dovrà però lasciare l’assessorato, perché solo due componenti possono ricoprire la doppia carica. E Ferlito non sembra intenzionato a dimettersi dopo appena un mese dalla nomina. In ogni caso rimarrebbe scoperta un'altra casella. I giochi sono ancora aperti e non è escluso che Foti e la sua squadra vadano avanti con un assessore in meno in attesa di schiarite primaverili.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.