Giovedì 23 Maggio 2024
Bartolotta contesta la riduzione delle Aree, Lo Giudice replica: "Non ha causato problemi"


Santa Teresa, "Disorganizzazione e forzature in municipio, troppi compiti al ragioniere"

di Andrea Rifatto | 24/09/2023 | POLITICA

872 Lettori unici

Bartolotta è intervenuto in Consiglio comunale

Se sui contenuti contabili non ha mosso rilievi, l’opposizione consiliare di Santa Teresa di Riva ha contestato in sede di discussione del rendiconto 2022 l’organizzazione della macchina amministrativa e il ritardo accumulato rispetto al termine di legge. “La responsabilità non si può addebitare all’Area Finanziaria - ha esordito il capogruppo Nino Bartolotta - ma è frutto di una disorganizzazione complessiva della pianta organica del Comune, all’interno della quale si sono fatte delle forzature sui carichi di lavoro che hanno determinato l’impossibilità per alcuni Uffici dei adempiere alle normali scadenze di legge, come quella del rendiconto. Avete ridotto le Aree da 6 a 3 e avete scoperto l’uovo di Colombo - ha attaccato il consigliere - perchè avete risparmiato in termini contabili per le indennità ma avete dequalificato una decina di servizi, messi in capo all’Area Amministrativa-Finanziaria e a quel responsabile che ha vinto un concorso da ragioniere e oggi deve occuparsi di cultura, scuola, anagrafe e tanto altro. Responsabilità che non possono essere assolte nei tempi e nei modi previsti dalla legge, perchè non ce la fa. Sui risparmi di spesa vi sosteniamo, scegliete un capoarea di vostro gradimento e il personale che volete, fate i salti mortali - ha concluso Bartolotta rivolgendosi all’Amministrazione - ma rendetevi conto che non è possibile andare avanti così. I bilanci si approvano mesi in ritardo proprio perchè non si arriva nei tempi giusti".

Tesi non condivisa dal sindaco Danilo Lo Giudice, al quale abbiamo chiesto un commento in merito alle affermazioni di Bartolotta: “Credo che la riduzione delle Aree, attuata ormai da oltre dieci anni, non abbia creato alcun problema - replica - anzi ha determinato un risparmio di spesa per i cittadini e ha consentito al nostro Comune di raggiungere risultati importanti, senza la necessità di avere generali senza portafoglio. Il carico di lavoro del responsabile dell’Area Amministrativa-Finanziaria non ha comportato assolutamente ritardi nell’approvazione del rendiconto 2022, abbiamo dimostrato di essere nei termini previsti senza grosse difficoltà, stiamo già predisponendo il nuovo bilancio di previsione 2024-2026 che spero riusciremo ad approvare nei prossimi mesi. a Al di là di tutto - aggiunge il primo cittadino - non abbiamo mai avuto la difficoltà di affrontare qualunque criticità”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.