Sabato 24 Febbraio 2024
La proposta della consigliera Lucia Sansone per snellire l'accesso ai servizi


S. Teresa, "due sportelli telematici per agevolare il rapporto tra cittadini e Comune"

di Redazione | 10/01/2021 | POLITICA

1244 Lettori unici

La consigliera Lucia Sansone

Creare due sportelli virtuali per consentire ai cittadini di Santa Teresa di Riva di interagire con il Comune, operando direttamente da casa per gestire la propria situazione tributaria e accedere a diversi servizi. È la proposta contenuta in una mozione rivolta al Consiglio comunale presentata ieri in municipio dalla consigliera di minoranza Lucia Sansone, indirizzata alla presidente Domenica Sturiale. “La realizzazione di sistemi di digitalizzazione dei processi amministrativi e di diffusione di servizi digitali è per il Comune un'opportunità per migliorare e governare in modo più efficace la propria azione amministrativa, portando nel tempo anche ad una riduzione dei costi - scrive Sansone - e oggi più che mai, in piena pandemia, è necessario snellire e facilitare il rapporto tra Amministrazione e cittadini, evitando code e presenze negli uffici comunali”. L’esponente dell’opposizione ricorda come il 28 febbraio scada la proroga concessa dal Decreto Semplificazioni per l’adozione del sistema “PagoPA” da parte della Pubblica Amministrazione (e dunque anche dei Comuni) e lo stesso giorno scade il termine per aderire al Sistema Pubblico di Identità Digital (Spid), che permette di accedere ai servizi online. Al Consiglio si propone di impegnare la Giunta ad avviare l'iter per la creazione di uno Sportello virtuale servizi e di uno Sportello virtuale tributi, “che permetterà al nostro Comune di avere un innovativo strumento telematico in grado di creare una comunicazione diretta con i cittadini”. Lucia Sansone indica a titolo esemplificativo i principali servizi a cui ogni singolo cittadino potrebbe accedere: lo Sportello tributi potrebbe infatti occuparsi di verificare e tenere sotto controllo la propria posizione tributaria; stampare i relativi F24 o bollettini; chiedere una dilazione di pagamento; inoltrare dichiarazioni di inizio, variazione o cessazione; richiedere le agevolazioni previste; richiedere la domiciliazione bancaria o postale per i tributi, permettendo così da un lato ai contribuenti che ne facciano richiesta una riduzione sull'importo complessivo (massimo il 20% come previsto dal Decreto Rilancio) e dall'altro al Comune incassi certi. Lo Sportello servizi sarebbe invece utile per acquisto buoni pasto per la refezione scolastica; richiesta di iscrizione per il servizio di trasporto scolastico; iscrizione asilo nido; richiesta assegno di maternità; richiesta assegno nucleo familiare e ogni altro servizio a domanda individuale. Alla presidente del Consiglio è stato chiesto di inserire la mozione all'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale affinché sia discussa e possano essere apportati eventuali migliorativi ed arricchimenti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.