Mercoledì 28 Settembre 2022
Chieste spiegazioni all'Amministrazione sulle attività del Gruppo e l'uso dei veicolo


Roccalumera, "Protezione civile comunale assente nelle emergenze": la minoranza interroga

di Redazione | 13/08/2022 | POLITICA

513 Lettori unici

Il veicolo in dotazione al Comune

Che fine ha fatto il Gruppo comunale di protezione civile di Roccalumera e perchè non interviene in caso di incendio? A chiederlo sono i consiglieri di minoranza Rita Corrini, Ivan Crementi, Tiziana Maggio e Antonino Scarci, che hanno presentato un’interrogazione al sindaco Gaetano Argiroffi e all’assessore alla Protezione civile Natia Basile. “In questo periodo estivo il territorio è interessato da incendi che purtroppo non hanno risparmiato nemmeno le nostre colline - evidenzia l’opposizione - ma nelle situazioni di emergenza non si è registrata la presenza né del Gruppo di volontari di protezione civile né del mezzo antincendio in dotazione all’Ente, che sarebbero stati utilissimi a livello logistico sia per la tempestività di raggiungimento dei luoghi, sia come supporto alle altre forze preposte allo spegnimento degli incendi e per l’eventuale assistenza all’utenza interessata”. L’opposizione porta come esempio un incendio divampato il 4 agosto nelle contrade di San Vito e Contrisa, con danni alla vegetazione, durante il quale “dopo le svariate segnalazioni da parte dei proprietari dei terreni e delle case alle diverse strutture di Protezione civile, per le operazioni di spegnimento sono intervenuti il Corpo forestale e i Vigili del Fuoco”. Corrini, Crementi, Tiziana e Scarci fanno notare “anche che in altre situazioni a rischio o di emergenza non si registra più da parecchio tempo la presenza dei volontari e del veicolo, per il quale a giugno sono stati spesi 1.500 euro per lavori di riparazione”.

All’Amministrazione comunale viene quindi chiesto “se il Gruppo comunale volontari di Protezione civile è iscritto all’albo regionale e/o nazionale e, in caso affermativo, la data ed il numero di iscrizione e l’attività svolta fino ad oggi; se il Gruppo è attivo e, in caso affermativo, perché non è presente sul territorio, in particolare in occasione del rischio incendi dell’attuale stagione estiva; perché il mezzo antincendio non eroga il servizio di supporto delle altre forze preposte allo spegnimento degli incendi e se i volontari che fanno parte del Gruppo comunale sono stati idoneamente formati, fornendo i relativi riferimenti e/o attestati di partecipazione ai corsi e, in caso negativo, quali siano stati i motivi ostativi a programmare la formazione”. Secondo la minoranza di Roccalumera “sarebbe stato quantomeno opportuno intervenire prontamente con le risorse e i mezzi di protezione civile in forza al Comune sia per gli interventi di emergenza che per il conseguente monitoraggio del territorio e dell’eventuale ripristino della viabilità compromessa dallo stato delle strade a causa dell’incendio e delle frane” e inoltre "sarebbe utile rendere sempre più efficace il Servizio comunale di Protezione civile al fine di garantire alla cittadinanza un valido riferimento sia in fase di prevenzione (conoscenza e previsione dei rischi) sia in fase di emergenza, garantendo e programmando un’adeguata formazione dei volontari”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.