Mercoledì 30 Settembre 2020
L'accusa del gruppo di minoranza verso l'amministrazione del sindaco Argiroffii


Roccalumera, “Persa un’occasione per diminuire le tasse”

di Redazione | 12/01/2016 | POLITICA

1294 Lettori unici

Il gruppo di minoranza di Roccalumera

“L’Amministrazione comunale di Roccalumera ha perso volutamente un’occasione per diminuire le tasse, continuando, invece, a vessare i cittadini per garantire feste, festini, contributi, manifestazioni ed incarichi legali fini a se stessi e che non portano nessun nuovo contributo allo sviluppo del nostro paese”. È l’accusa lanciata oggi dal gruppo di minoranza nei confronti del sindaco Gaetano Argiroffi e dei componenti del suo esecutivo. Il capogruppo Rita Corrini e i consiglieri Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Antonella Totaro e Ada Maccarrone spiegano come in occasione della discussione sugli assestamenti di bilancio, tenutasi nella seduta di Consiglio comunale del 30 novembre scorso, l’Amministrazione abbia dato notizia di un passo avanti positivo in merito al contenzioso con Tributi Italia, società che in passato era stata incaricata per la riscossione dei tributi salvo e che si era poi scoperto non avesse versato nelle casse comunali una parte di quanto incamerato, pari a circa 780mila euro. “Con sentenza n. 615 del 19 agosto 2015 del Tribunale fallimentare di Roma tale debito è passato dal chirografo al privilegio (procedura che prevede il pagamento del debito con precedenza sugli altri creditori, ndc), con buone probabilità di recuperare quanto contestato. In verità, però, ancora non si è a conoscenza delle modalità di introito delle somme riconosciute. Tale sentenza è stata notificata al Comune il 9 settembre 2015 – spiegano i cinque membri dell’opposizione roccalumerese – ben prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2015, data in cui si era ancora in tempo per inserirla nel bilancio e diminuire la pressione fiscale. Perché l’Amministrazione non ha dato tempestiva comunicazione di questa sentenza per valutarla assieme in Consiglio comunale? Perché l’Amministrazione continua a mantenere al massimo la pressione fiscale – sottolineano Corrini, Melita, Saccà, Totaro e Maccarrone – anche quando si presenta la possibilità di rimediare, continuando a nascondersi dietro la ormai vecchia leggenda dei debiti pregressi sapendo bene che non è così? Perché il sindaco decide solo il 20 novembre 2015, circa tre mesi l’emissione del provvedimento del Tribunale, di dare formali direttive agli uffici invitandoli ad utilizzare una parte dell’importo riconosciuto dalla sentenza per coprire le spese del contenzioso di cui, invece, in sede di approvazione del bilancio si era dato assicurazione della totale copertura?”. Per la minoranza si tratta dunque di un’occasione persa a danno della comunità di Roccalumera. “Speriamo che il 2016 ci consegni il recupero di tutte le somme indebitamente trattenute da Tributi Italia e che l’Amministrazione colga l’occasione per cominciare a diminuire la pressione fiscale – concludono i consiglieri – passando dagli annunci e dagli slogan a fatti concreti di cui possono beneficiare tutti i cittadini”.

Più informazioni: minoranza roccalumera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.