Sabato 24 Febbraio 2024
Respinta mozione della minoranza sullo stop alle vendite su Ss 114 e lungomare


Roccalumera, il sindaco non fa marcia indietro sugli ambulanti: restano i divieti imposti

di Redazione | 05/12/2020 | POLITICA

1074 Lettori unici

Un ambulante sulla Statale nonostante il divieto

Non fa marcia indietro l’Amministrazione comunale di Roccalumera sul divieto di esercitare il commercio ambulante sulla Statale 114 e sul lungomare stabilito con un’ordinanza di ottobre del sindaco Gaetano Argiroffi. Il Consiglio ha infatti respinto la mozione presentata dal gruppo di minoranza con la quale si chiedeva di ripristinare le vendite sulle due strade, stabilendo anche degli stalli in prossimità di piazze e piazzali, in quanto rappresenta un servizio utile ed essenziale per l’acquisto di beni primari per tutte le categorie di acquirenti, soprattutto per gli anziani. L’Aula ha però detto no alla proposta con i sei voti contrari della maggioranza (assenti i consiglieri Cosimo Cacciola e Sebastiano Foscolo) e i quattro favorevoli dell’opposizione. “Ho solo dato applicazione ai regolamenti comunali sull’ambulantato - ha detto nel suo intervento il sindaco - gli ambulanti devono spostarsi invece di posteggiarsi per tutta la giornata creando pericolo per la sicurezza stradale. Inoltre, al termine della giornata, sulla spiaggia si accumulavano i rifiuti dei venditori. Tutto questo è accaduto nonostante gli inviti e i richiami dei vigili urbano. Occorre inoltre tutelare le attività fisse esistenti sul territorio”. Secondo la consigliera di minoranza Tiziana Maggio, però, ciò penalizza tutti per l’inciviltà di pochi: “Perchè non si interviene sanzionando chi viola le regole - ha chiesto all’Amministrazione - ricordo che le persone anziane hanno esigenze peculiari e non si può penalizzare tutta la categoria, perchè anche gli ambulanti devono lavorare. Perchè, allora, il mercato viene tenuto? Lì la pulizia è a carico del Comune”. Affermazione, quest’ultima, che Argiroffi ha smentito, ricordando che il divieto vale solo per le due vie principali, mentre secondo la minoranza proprio l’impossibilità a sostare sulla Statale 114 e sul lungomare penalizza ancora di più in questo periodo emergenziale. “Un provvedimento dell’autorità non può essere discusso, l’ordinanza del sindaco va rispettata perchè ha delle motivazioni chiare e fini precisi - ha detto dai banchi della maggioranza il consigliere Carmelo Stracuzzi - specie in un momento come questo. È un dato di fatto che non c’è alcuna organizzazione e alcun criterio da parte degli ambulanti”. L’opposizione subito dopo la firma dell’ordinanza aveva parlato di decisione drastica e incomprensibile dal momento che gli atteggiamenti vietati possono e devono essere sanzionati dagli organi preposti”, evidenziando come gli ambulanti siano utili per i cittadini di Roccalumera e dintorni e che così facendo “si penalizzano anche gli anziani, le massaie e i clienti che apprezzano il commercio ambulante fruibile ‘sotto casa’ per l’utilità, la qualità e la convenienza di alimenti freschi come frutta, verdura, pane e per la possibilità di acquistarne in piccole quantità, rispondente al bisogno personale ed evitando così conservazione prolungata e sprechi”. Ma l’Amministrazione rimane ferma sulle proprie posizioni e restano quindi in vigore le limitazioni alle vendite.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.