Sabato 31 Luglio 2021
Erbacce, rifiuti e strutture pericolanti: la minoranza interroga l'Amministrazione


Roccalumera, “cimitero in uno stato di degrado e abbandono senza precedenti”

di Redazione | 22/09/2018 | POLITICA

1412 Lettori unici

Le foto scattate dalla minoranza al cimitero

Erbacce, rovi, sterpaglie e in generale una totale mancanza di manutenzione di percorsi pedonali, scale, celle, mausolei e cappelle. È quanto ha riscontrato al cimitero comunale il gruppo consiliare di minoranza “Insieme per il futuro”, che ieri ha presentato un’interrogazione urgente al sindaco Gaetano Argiroffi, all’assessore ai Servizi cimiteriali Biagio Gugliotta e al presidente del Consiglio comunale Antonio Garufi, quest’ultimo affinchè la inserisca all’ordine del giorno della prossima seduta. “Da diverso tempo il cimitero versa in una situazione di degrado senza precedenti, con strutture sgretolate, non rifinite, parti pericolanti, porzioni di cemento saltate e ferri di armatura arrugginiti ed esposti con possibile danno all’incolumità delle persone – scrivono i consiglieri Rita Corrini, Ivan Cremente, Tiziana Maggio e Antonio Scarci – i mastelli dei rifiuti non vengono svuotati regolarmente in quanto spesso stracolmi e non riescono a contenere la quantità di fiori ormai secchi che, pertanto, vengono abbandonati a terra, i materiali depositati in diversi luoghi e i lavori dei cantieri per la costruzione dei loculi hanno contribuito a rendere indecoroso e poco sicuro il luogo sacro, che non è stato rispettato per come è giusto che sia”. La minoranza evidenzia come giungano lamentele da parte dei cittadini che non tollerano più tale grave situazione, che persiste da molto tempo in quanto già dai mesi scorsi sono state pubblicate sui social foto nelle quali si documenta lo stato di abbandono, “che, a tutt’oggi – rimarcano – ha raggiunto livelli massimi tanto che sembra di essere in aperta campagna con gli animali che brucano l’abbondante erba alta. Visto l’approssimarsi della commemorazione dei Defunti saranno stati sicuramente programmati interventi di manutenzione e pulizia delle aree cimiteriali, però è improrogabile ed urgente trovare soluzioni per rendere tale luogo di culto più che decoroso per 365 giorni all’anno e non solo in un determinato periodo” prosegue “Insieme per il futuro”, che aggiunge come da mesi il cimitero sia privo di custode e/o  addetto come operaio qualificato che se ne occupi in maniera programmata e sistematica.

Corrini, Cremente, Maggio e Scarci interrogano quindi il sindaco per sapere “i provvedimenti formali che sono stati adottati successivamente al pensionamento dell’ex custode/addetto cimiteriale ai fini dell’individuazione programmatica della gestione cimiteriale con indicazione del personale addetto e dell’attività da svolgere, con relative modalità e tempistica; le motivazioni che hanno impedito il regolare svolgimento degli interventi di pulizia e raccolta dei rifiuti; i giorni fissati dalla ditta Lts Ambiente per la raccolta rifiuti e se e come viene effettuato il controllo del Comune, visto che il servizio non sembra svolto con una cadenza ben definita e, soprattutto, non viene svolto in maniera completa ma parziale e se, a tal proposito, ci sono stati contestazioni del Comune nei confronti della ditta e/o applicazioni di penali; se, per il proseguo, è possibile effettuare la scerbatura e pulizia con una cadenza temporale fissa e ben programmata, in modo da poter vigilare e contribuire a rendere decoroso il luogo; se è prevista manutenzione ed eventuale sistemazione dei percorsi pedonali e delle scale delle varie aree cimiteriali e quali saranno i tempi di intervento previsti per la risoluzione della problematica così cara a tutta la comunità”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.