Martedì 03 Agosto 2021
Mozione della minoranza che chiede di trovare subito soluzioni per i cittadini


Roccalumera, cattivi odori dal depuratore: "Il sindaco non perda più tempo e intervenga"

di Redazione | 22/03/2021 | POLITICA

510 Lettori unici | Commenti 1

Il gruppo consiliare di minoranza

“È il momento di assumere decisioni risolutive per porre fine a questo stato di grave disagio e di pericolo per la salute pubblica e il sindaco, massima autorità locale sia sanitaria che di protezione civile, deve intervenire e non può permettersi di prendere (o perdere) tempo”. A dirlo sono i consiglieri di minoranza di Roccalumera, che oggi hanno presentato una mozione riguardante la vicenda dei cattivi odori provenienti dal depuratore fognario che ormai da mesi rendono irrespirabile l’aria nella zona sud del paese. Secondo l’opposizione, che ha depositato anche una richiesta di convocazione del Consiglio comunale in riunione straordinaria ed urgente, in adunanza aperta (anche su piattaforma online), per discutere l'interrogazione del 17 febbraio e la mozione odierna, a prescindere dalle cause che in ogni caso vanno individuate (l’Arpa non ha ancora inviato la relazione con i risultati dei campionamenti effettuati), bisogna intervenire immediatamente e nel documento chiedono l’impegno dell’Amministrazione “ad attuare interventi mirati per risolvere la problematica e riportare a regime il funzionamento del depuratore” e qualora non siano sufficienti gli apporti tecnici dei tre Comuni consorziati e/o della ditta che gestisce l’impianto, “a valutare di rivolgersi ad un consulente tecnico esterno, un esperto con alti profili di competenza nel settore che relazioni sullo stato dell’impianto e sulle cause della problematica dei cattivi odori”. I consiglieri Rita Corrini, Tiziana Maggio, Ivan Cremente e Antonino Scarci chiedono inoltre “di fornire una relazione scritta degli adempimenti adottati fino ad oggi, di avviare con urgenza e con priorità assoluta ogni ulteriore iniziativa utile alla soluzione della problematica e di istituire un tavolo tecnico permanente - composto dai tre Comuni, dall’ente gestore e da eventuali altri componenti ritenuti utili alla soluzione della problematica – per il monitoraggio costante, l’individuazione delle misure da adottare per trovare le cause e soprattutto per addivenire al percorso da seguire per il ripristino funzionale del depuratore ed alla soluzione della problematica degli odori nauseabondi”. Per la minoranza “la decisione del sindaco Gaetano Argiroffi di scrivere al prefetto per chiedere di far cessare questo palese attentato alla salute dei cittadini, segnalando che da parecchi mesi la ditta gestore dell’impianto di depurazione rileva l’arrivo anomalo di liquami, testimonia che la situazione è fuori controllo e non più gestibile da parte dell’Amministrazione e nel contempo rappresenta un’ammissione del malfunzionamento del depuratore”, dovuto secondo Argiroffi ai reflui della lavorazione di agrumi che arrivano dalla condotta di Furci Siculo, ipotesi smentita dal collega furcese Matteo Francilia.


COMMENTI

Maria Bellofiore | il 22/03/2021 alle 19:56:23

Gli amministratori si accorgeranno del danno, quando non verremo a Roccalumera o quando venderemo le case per andare altrove.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.