Domenica 25 Ottobre 2020
Di Tommaso: 'Avete la passione per le interrogazioni'. La replica: 'Non è vero'


Nizza. La relazione del sindaco fa arrabbiare la minoranza

di Gianluca Santisi | 07/10/2013 | POLITICA

2127 Lettori unici

Brigandì e Di Tommaso

Ripianamento della situazione debitoria e riassetto del territorio. Sono questi i due fronti su cui si è mossa parallelamente l’azione dell’Amministrazione comunale di Nizza di Sicilia nel corso del 2012, anzi nella seconda metà dello scorso anno, come ha specificato in aula il sindaco Giuseppe Di Tommaso. Durante l’intervento in Consiglio, effettuato per illustrare la sua relazione annuale, il primo cittadino ha spiegato che il 2012 è stato segnato da due momenti differenti della gestione comunale: quello dei primi sei mesi, di completamento della precedente legislatura, e il secondo semestre, che ha rappresentato invece l'attività iniziale della nuova amministrazione, votata nelle elezioni di maggio 2012. “Apparentemente – ha spiegato Di Tommaso - la conferma della stessa amministrazione, se pur con forti novità, sembra attenuare le differenti connotazioni dei due periodi, ma di fatto non è così, in quanto le prime decisioni della nuova amministrazione, già nel corso degli ultimi mesi del 2012, hanno delineato la strategia attuale, di avviamento e ricerca della soluzione, anche delle problematiche, risalenti al passato ed emerse nella campagna elettorale”.
Di Tommaso è entrato poi nel merito della difficile situazione economica del suo Comune. “Alcuni riconoscimenti di debiti fuori bilancio, approvati dal Consiglio Comunale, e l'istituzione di due nuovi servizi autonomi, quello delle entrate e quello del controllo del territorio, non hanno certo risolto le problematiche – ha sottolineato il primo cittadino - ma hanno posto l'attenzione sulle situazioni evidenziate, che proprio in virtù del conseguente approfondimento, troveranno sicuramente lanecessaria e improcrastinabile soluzione”. Secondo Di Tommaso, il Comune di Nizza non è quello descritto da parte della stampa o dalle minoranze politiche ma “quello apprezzato dai cittadini, dai turisti e dagli abitanti del comprensorio”. “Un comune che continua a mantenere – ha aggiunto - un ruolo indiscusso e soddisfacente, magari non completo, di qualità e funzionalità”. Il sindaco ha poi elencato una serie di procedure e interventi, ben 27, “che conferiranno al comune un assetto funzionale e moderno, secondo le indicazioni del programma amministrativo presentato nella competizione elettorale del 2012 e approvato dagli elettori”.

La replica della minoranza
Alla relazione del sindaco Di Tommaso ha replicato il capogruppo di minoranza Mimma Brigandì.“Il sindaco ha iniziato con un’apertura per scelte e soluzioni condivise ma poi ha concluso con un attacco alla minoranza che fa apparire, a suo dire, delle difficoltà e degli aspetti negativi del paese che non sono tali. Probabilmente – ha aggiunto Mimma Brigandì - parliamo di due paesi diversi. La minoranza non ha “la passione”, termine usato dal sindaco, di fare interrogazioni ma rappresentando una parte della cittadinanza ne ascolta segnalazioni e istanze e, attraverso i mezzi istituzionali che ha a disposizione, li porta all’attenzione dell’amministrazione e del consiglio perché si possa dare una soluzione”. La minoranza ha criticato l'elencazione di punti fatta dal sindaco “relativi quasi tutti a progetti non ancora realizzati, molti senza la sicurezza di avere un finanziamento”. “Addirittura fra questi punti erano presenti alcuni debiti fuori bilancio e dei contenziosi - ha aggiunto Mimma Brigandì -, quindi la relazione non evidenziava una parte di programma amministrativo svolto, ma tanti progetti che si dovranno svolgere in futuro. I problemi sono sotto gli occhi di tutti – ha concluso il portavoce della minoranza - e metterli in evidenza significa amare il proprio paese e volerlo migliorare, perché ci sono tutte le potenzialità per poterlo fare”.

 


Più informazioni: libera nizza  nizza di sicilia  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.