Martedì 29 Settembre 2020
Il sindaco di Messina schiera il suo delfino per "scardinare" il sistema


Regionali 2022, De Luca lancia Lo Giudice: "Se serve pronto a candidarsi a presidente”

di Redazione | 17/08/2020 | POLITICA

1351 Lettori unici

De Luca, Figuccia e Lo Giudice ieri sera a S. Teresa

“Farò il presidente della Regione siciliana? Certo che lo farò, sarà così e non dovete avere dubbi, ma prima sono orientato a completare il giro a Messina con i due mandati da sindaco e nel frattempo c’è anche Danilo Lo Giudice per la candidatura della regione, perchè non è il candidato ma il progetto quello che conta”. L’immancabile colpo di teatro di Cateno De Luca è stato messo in scena ieri sera sul palco del parco Unità d’Italia a Santa Teresa di Riva, dove il sindaco del capoluogo è giunto per partecipare all’incontro organizzato dal suo delfino Danilo Lo Giudice per un confronto con la cittadinanza sui tre anni di sindacatura. “Alle prossime elezioni regionali del 2022, il dato certo è che Sicilia Vera ci sarà - ha esordito De Luca - voglio rompere il quadro palermocentrico con una Regione siciliana che fa pagare il pizzo legalizzato al territorio, la Regione di Cateno De Luca decentrerà al territorio, con sistemi provinciali e Comuni ridotti di 2/3, perchè non ne servono 500 (attualmente sono 390, ndc). Il Parlamento siciliano dovrà fare lo Stato nello Stato e svolgere il ruolo che gli assegna lo Statuto dell’autonomia. Stiamo facendo un percorso molto duro, sappiamo di essere sempre bersaglio ma ci siamo sempre difesi a mani nude e non accetteremo supinamente che la Sicilia resti questa - ha proseguito l'ex parlamentare - in questo momento abbiamo chi sta tenendo questa bandiera, non solo Danilo Lo Giudice ma anche Vincenzo Figuccia, il quale condivide e porta avanti questa strategia politica”. Entrambi attualmente fanno parte del gruppo parlamentare Udc. Dunque la visione di De Luca è quella di un’ipotetica candidatura a governatore magari nel 2027: “Nel frattempo, se serve, l'attuale deputato all'Ars e amico, Danilo Lo Giudice, ha dato la propria disponibilità a ricoprire il ruolo di candidato alla carica di presidente della Regione - ha spiegato - un passo avanti, certificato dall'organizzazione che da ottobre coinvolgerà Sicilia Vera su tutto il territorio regionale, con la selezione dei futuri candidati al Parlamento siciliano. Il bene del territorio ha la priorità sul resto e noi siamo pronti, nel nome del rinnovamento. Nel frattempo, io continuerò a dare il mio contributo in qualità di sindaco di Messina, ruolo che con tutte le mie forze sto portando avanti e che, dopo due anni di buongoverno, ci sta permettendo di raccogliere con sacrificio i meritati frutti”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.