Lunedì 06 Febbraio 2023
La minoranza attacca l'Amministrazione sulla mancata approvazione e le conseguenze


Pagliara, "Il 2022 chiuso senza bilancio ma gli amministratori si aumentano gli stipendi"

di Andrea Rifatto | 23/01/2023 | POLITICA

519 Lettori unici

Vicesindaco, sindaco e presidente del Consiglio

Sempre più Comuni in Sicilia hanno difficoltà a chiudere i bilanci entro i termini. Pagliara è un esempio di questa sofferenza, visto che non è stato ancora approvato il bilancio di previsione 2022-2024, documento che sarebbe dovuto essere esitato a fine 2021 o al massimo all’inizio dello scorso anno. Un ritardo che lo scorso settembre ha portato la Regione a inviare un commissario ad acta. Il Previsionale, invece, è stato approvato solo il 9 gennaio scorso dalla giunta guidata dal sindaco Sebastiano Gugliotta e potrà arrivare in Consiglio a partire dal 29 gennaio, dopo i venti giorni di deposito degli atti. L’intero esercizio 2022 è stato dunque affrontato senza avere lo strumento finanziario a disposizione e con le limitazioni che tale assenza comporta: un’anomalia che è stata fatta rilevare nell’ultima seduta consiliare dal gruppo di minoranza, che in segno di protesta si è astenuto su tutti i punti. “Abbiamo chiuso l’anno con il cuore pieno di delusione per la situazione politico-amministrativa del nostro comune - hanno detto i consiglieri di opposizione Jessica Caminiti, Emanuele Di Bella e Domenico Prestipino nella dichiarazione letta in aula da quest’ultimo - e siamo molto preoccupati per il nostro futuro. Non ricordiamo un esercizio finanziario in cui non si sia approvato il bilancio entro l’anno in corso e il 2022 se n’è andato senza vedere trattato l’argomento più importante per un Consiglio, senza una valida spiegazione da parte dell’Amministrazione del sindaco Gugliotta sui validi motivi di questo abominevole ritardo. Amministrazione che ha chiuso il 2022 con un super botto di fine anno, la mancata approvazione del bilancio di previsione: si andrà così incontro a gravi ricadute amministrative e finanziarie sulle spalle dei cittadini di Pagliara. Ad ogni richiesta di intervento da parte dei residenti viene risposto che non si può intervenire perchè non ci sono i soldi, ma l’Amministrazione li ha saputi trovare per aumentarsi le indennità di carica. I concittadini riflettano”. 

La giunta ha deciso di aumentare da settembre gli stipendi degli amministratori applicando la legge regionale del maggio 2022 che ha recepito la norma nazionale con la quale vengono rivisti i parametri economici per i sindaci, ma al contrario di quanto avviene nelle regioni a Statuto ordinario in Sicilia l’allineamento non era automatico e i maggiori oneri derivanti dagli aumenti degli stipendi pesano sulle casse comunali. A Pagliara l’indennità del sindaco è passata a 1.906 euro per gli ultimi quattro mesi del 2022, dall’1 gennaio di quest’anno a 2mila 032 euro e dall’1 gennaio 2024 salirà a 2mila 208 euro; al vicesindaco Giuseppe Billa sono toccati 381 euro, adesso 406 euro e dal 2024 spettano 441 euro; l’indennità degli assessori Enzo Riparare ed Elena Carnevale è salita a 285 euro, adesso a 304 euro e poi a regime sarà di 331 euro, mentre quella del presidente del Consiglio Francesco Laganà a 190 euro, adesso a 203 euro e il prossimo anno a 220 euro. Importi al lordo di oneri e tasse e che vengono dimezzati nel caso di lavoratori dipendenti non in aspettativa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.