Sabato 28 Marzo 2020
Il gruppo chiede anche lumi sulla mancata approvazione del Consuntivo 2014


Pagliara. Bilancio 2015 “fantasma”, la minoranza interroga il sindaco

di Redazione | 21/09/2015 | POLITICA

1349 Lettori unici

Il municipio di Pagliara

Ancora nessuna traccia del Bilancio di previsione 2015 del Comune di Pagliara. Lo rilevano i quattro consiglieri del gruppo di minoranza, che hanno presentato nei giorni scorsi un’interrogazione indirizzata al sindaco Domenico Prestipino, all’assessore al Bilancio e al responsabile dell’Area Economico-Finanziaria, per sapere “quali sono le intenzioni dell’Amministrazione in merito all’approvazione dello strumento contabile”. I componenti della compagine “Vincere per Pagliara” evidenziano come che ad oggi non si abbia nessuna notizia relativa all’approvazione del documento finanziario dell'ente nemmeno da parte della Giunta comunale, nonostante la scadenza del 30 settembre per il via libera in Consiglio e considerato che il Bilancio deve essere a disposizione dei consiglieri comunali almeno 20 giorni prima della convocazione del Civico consesso per la sua approvazione. Santi Di Bella, Carmela Scarcella, Francesco Laganà e Loredana Spadaro fanno presente di non aver ricevuto spiegazioni sull’argomento neanche verbalmente e "vista l’importanza che il Bilancio comunale riveste per l’ordinaria Amministrazione di un qualsiasi Comune", interrogano gli amministratori di Pagliara per sapere "se c’è la volontà di approvare il Bilancio di previsione 2015 in tempi brevi e comunque entro la scadenza prevista per legge e quali siano state le cause che hanno impedito l’approvazione nei tempi stabiliti". La minoranza ricorda inoltre come non sia stato ancora approvato neanche il Conto consuntivo 2014, per il quale è stato inviato un commissario dalla Regione: “Vogliamo sapere – concludono Di Bella, Scarcella, Laganà e Spadaro – qual è il costo che i cittadini di Pagliara dovranno affrontare per il commissario ad acta”. “Vincere per Pagliara” ha chiesto che venga data risposta scritta all’interrogazione nella prima seduta utile del Consiglio comunale e comunque entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Più informazioni: minoranza pagliara  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.