Mercoledì 24 Luglio 2024
Giuramento di consiglieri e sindaco. La minoranza: "Nostro ruolo di controllo e stimolo"


Mandanici, ecco il nuovo Consiglio comunale: Santina Ciatto eletta presidente

di Andrea Rifatto | 29/06/2024 | POLITICA

1138 Lettori unici

La seduta di insediamento del Consiglio

Si è insediato anche a Mandanici il nuovo Consiglio comunale, nato dalle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, con il giuramento degli eletti e del sindaco e l’elezione di presidente e vicepresidente. Sui banchi della maggioranza hanno preso posto  Santina Tindara Ciatto, Giusy Denise D’Angelo, Mariateresa Giannetto, Carmelo Musolino, Agostino Scoglio, Alberto Sturiale e Santo Triolo, mentre sui banchi di minoranza siedono il sindaco sconfitto Giuseppe Briguglio e i candidati della sua lista Giovanna Laganà e Domenico Ravidà. Quest’ultimo ha presieduto la seduta in quanto consigliere anziano per numero di preferenze e nel corso dei lavori si sono dimessi dalla carica i consiglieri D’Angelo e Scoglio, così come il subentrante Caffo, per lasciare spazio in maggioranza a Marianna Mantarro e Domenica Miano e far sì che tutti i candidati della lista “Uniti per Mandanici” facciano parte del gruppo consiliare. Presidente del Consiglio comunale è stata eletta Santina Tindara Ciatto con sette voti e tre schede bianche, vicepresidente è stata scelta Marianna Mantarro con sette voti mentre tre preferenze sono andate a Domenico Ravidà. La neo presidente ha ringraziato tutti i consiglieri per averle affidato questo importante ruolo, annunciando che lo svolgerà con responsabilità e massima serietà, cos come la sua vice ha rivolto ringraziamenti all’aula per il ruolo affidatole, che si impegnerà a portare avanti nel migliore dei modi. Il sindaco Armando Carpo ha presentato la giunta formata dal vicesindaco Mario Scigliano e dagli assessori Gerardo Caffo, entrano Giusy D’Angelo e Agostino Scoglio e ha prestato giuramento per la terza volta: “Ricoprire nuovamente la carica di sindaco dopo cinque anni è una grande responsabilità - ha detto nella seduta di insediamento - e spero di non deludere nessuno e di essere all'altezza del ruolo affidatomi”. Nell’occasione ha annunciato che riconfermerà la segretaria comunale Roberta Raciti dicendosi certo di poter lavorare e collaborare al meglio. 

L’ex sindaco Briguglio, adesso in minoranza, ha rivolto gli auguri a Carpo "con il quale ci diamo ormai la staffetta da un po’ di anni - ha detto - e sono fiero del fatto che sia stato eletto sindaco, abbiamo fatto una campagna elettorale che ha avuto alcuni momenti di attrito ma sempre con dignità e rispetto reciproco. A lui porgo i miei sinceri e sentiti auguri, un ragazzo che ho visto crescere all’interno del Comune perché è da 30 anni che, per mia fortuna o sfortuna sarà il tempo a dirlo, entro in questo Comune da protagonista e Armando mi è stato accanto da giovane professionista e poi ci siamo dati la staffetta. I rapporti umani sono sempre rimasti più o meno intimi, ma in questa campagna elettorale non ci siamo scostati dal rispetto umano reciproco e di questo ne sono fiero, in quanto è segno di maturità di entrambi. Spero che possa portare Mandanici più in alto di com'è perché abbiamo un Comune virtuoso, che eredita con tanti finanziamenti e gli auguro di poterli portare a termine come io ho portato a termine i suoi con grande attenzione, diligenza e onestà intellettuale e politica”. Briguglio ha annunciato che la minoranza svolgerà il ruolo di controllo e farà da pungolo e stimolo positivo per la maggioranza: “Nella vita, come in una partita a pallone o a carte, ci sono momenti in cui si vince e momenti in cui si perde - ha sottolineato l’e primo cittadino - ma chi perde deve farlo con dignità, rispetto e affetto per chi vince, perché i problemi che da sindaco affronterà da oggi sono gli stessi che ho affrontato io”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.