Martedì 03 Agosto 2021
Il Consiglio approva la proposta della consigliera per creare una rete a tutela dei minori


Letojanni, una cabina di regia contro i rischi dei social: sì unanime alla mozione Risini

di Andrea Rifatto | 31/03/2021 | POLITICA

542 Lettori unici

La consigliera Giusy Risini

Sì unanime dal Consiglio comunale di Letojanni alla mozione della consigliera di maggioranza Giusy Risini per sensibilizzare e promuovere all’uso consapevole dei social tra i minori, alla luce dei tanti fatti di cronaca riguardanti la partecipazione dei giovanissimi a sfide estreme, spesso anche con esiti tragici. L’obiettivo è quello di agire in un’ottica di prevenzione più che di repressione e aiutare nel percorso formativo e di crescita le giovani generazioni e le loro famiglie a riconoscere i pericoli gravi e sempre maggiori nell’uso immaturo e non consapevole dei social. Scopo pienamente colto dall’Aula, che ha approvato la proposta impegnando l’Amministrazione ad attivarsi in tali direzioni. “Letojanni è una realtà sana e non abbiamo questo tipo di problematiche e speriamo di non averne mai, però ci sono e in tutta Italia continuano le sfide estreme che mettono a rischio la vita - ha evidenziato Risini in Consiglio - la pandemia ci ha bloccati a casa davanti a pc e smartphone, le quattro mura sono oggi luogo di spettacolo e lo schermo è divenuto un palcoscenico dove intrecciare relazioni online, i social vengono utilizzati sia da spettatori che da protagonisti, alla ricerca di uno spazio. Come istituzione non possiamo girarci da un’altra parte - ha aggiunto - ma dobbiamo leggere i segnali che arrivano dalla società e lanciare stimoli positivi e costruttivi, in sinergia con una rete tra scuole, associazioni, parrocchie e Distretto socio-sanitario, per far acquisire ai più piccoli consapevolezza dei rischi e delle conseguenze cui vanno incontro”. L’assessore alle Politiche sociali, Teresa Rammi, ha accolto la proposta di creare una cabina di regia ricordando come “Letojanni è un’isola felice e c’è una rete molto attiva, i servizi sociali del Comune sono sempre presenti e agiscono bene e la scuola vigila attentamente e coglie spesso i segnali di disagio prima della famiglia, come avvenuto nel 2017 con un caso di Blue Whale”. Dalla minoranza la capogruppo Marilena Bucceri ha auspicato un lavoro di squadra, coinvolgendo anche i genitori, condividendo pienamente la proposta avanzata dalla collega Giusy Risini.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.