Martedì 29 Settembre 2020
Interrogazione sui tagliandi in circolazione. Il sindaco risponde sulla viabilità estiva


Letojanni, furbetti dei pass autorità e disabili? La minoranza chiede ordine e spiegazioni

di Andrea Rifatto | 16/09/2020 | POLITICA

517 Lettori unici

Quanti sono i pass auto in circolazione a Letojanni? Ma soprattutto quelli riservati ad autorità e portatori di handicap sono tutti regolari? È ciò che si chiedono i consiglieri di minoranza Marilena Bucceri, Fabio Cicala e Marina Scimone, che hanno presentato un’interrogazione al sindaco Alessandro Costa e all’assessore alla Viabilità Carmelo Lombardo per avere spiegazioni sul numero e la tipologia dei pass in circolazione, soprattutto quelli che consentono di sostare gratuitamente nelle aree a pagamento, disattivate a partire da oggi. “Siamo venuti a conoscenza che molti cittadini si sono lamentati rispetto alla questione dei parcheggi durante il periodo estivo - esordiscono gli esponenti di opposizione -  i residenti, costretti a spostare l’auto per motivi di lavoro, per visite mediche o per strette necessità, nonostante fossero muniti di pass difficilmente riuscivano a ricollocare l’auto nel perimetro cittadino, poiché i posti sempre più spesso sono occupati da auto con pass autorità e altra tipologia, talvolta, in alcune zone e nel raggio di pochi metri, tale presenza risulta essere in una concentrazione spropositata, soprattutto in prossimità di lidi balneari e noti locali. Vi sono molte aree per disabili spesso occupate abusivamente da sedie, motorini ed altro tipo di orpelli - proseguono - che nulla hanno a che vedere con un’automobile. In tutto questo esubero, a rimetterci sono le categorie più deboli, lavoratori, madri single con figli piccoli e anziani che spesso devono spostare l’auto anche solo per provvedere a procurarsi beni di prima necessità, persone con patologie sopraggiunte o temporanee che necessitano di visite o cure mediche o semplicemente delle necessità di potersi spostare dalla propria abitazione”. 

La minoranza ha evidenziato come il fenomeno tenda a peggiorare di anno in anno, visto che anche gli stalli sulla via Nazionale iniziano ad esaurirsi velocemente, e ha chiesto quindi di sapere “l’esatto numero dei pass rilasciati specificando le varie tipologie (autorità, residenti, disabili, servizio, ecc.); se l’Amministrazione intende iniziare una seria verifica sul numero dei pass in circolazione, stabilire dei criteri più stringenti che mettano i residenti in condizione di poter continuare a vivere, lavorare e circolare in condizioni umane e secondo criteri di sana vivibilità; se si intende effettuare una seria verifica, nello specifico, sui pass per le autorità e sui pass per i disabili, visto che a questo punto viene il dubbio che vi siano in circolazione pass disabili dove il disabile purtroppo non c’è più, situazione già tristemente nota accaduta nei paesi limitrofi, pertanto un uso improprio di tale pass e ancor peggio di aree destinate a tale servizio, ma utilizzate in modo improprio e privato al punto da impedire a chi ha realmente bisogno ed è regolarmente autorizzato di potere usufruire dello stesso servizio”. All’interrogazione è stata chiesta una risposta scritta “che serva a tutti per iniziare a mettere ordine laddove il caos ha regnato sovrano”. Anche il capogruppo della maggioranza consiliare, Cateno Ruggeri, ha evidenziato come sulla tematica vi sia stato poco controllo.

Intanto il sindaco ha risposto alle interrogazione sulla viabilità presentate nei mesi scorsi dall’opposizione, che ha lamentato caos e decisioni spesso contrastanti: “Anche quest’anno, nonostante le difficoltà nel capire quale scenario potesse presentarsi, l’Amministrazione è riuscita a garantire un piano viario rispondente alle necessità, contemperando le esigenze e i bisogni di tutte le categorie - ha replicato il primo cittadino Costa - tutte le scelte in merito alla viabilità, all’istituzione della zona a traffico limitato, dell’isola pedonale, del parcheggio a pagamento sono decisioni discrezionali pur nel rispetto della normativa vigente. Sono stati presi degli accorgimenti per favorire un incremento dei visitatori, l’Amministrazione ha deciso di abbassare le tariffe del parcheggio a pagamento rispetto alla stagione precedente e ha disposto la chiusura del parcheggio di via Fiumara con sbarre automatizzate, rendendolo così più sicuro e funzionale. Fortunatamente la stagione turistica, nonostante un rilevante calo di presenza straniere, ha garantito una tenuta dell’economia locale e i vacanzieri e i turisti si sono goduti le ferie senza l’assillo paventato dai consiglieri di opposizione di leggere quotidianamente i provvedimenti all’albo pretorio del Comune. La sicurezza e l’incolumità dei cittadini - ha concluso - sono state sempre garantite e nonostante qualche problema organizzativo che ha caratterizzato la mancata istituzione dell’isola pedonale in due sere, non si sono riscontrate particolari criticità nella gestione della viabilità e dei parcheggi”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.