Venerdì 01 Luglio 2022
L'esponente di Sicilia Vera ottiene la guida del paese. Diverse le criticità da affrontare


Itala sceglie il cambiamento, Daniele Laudini proclamato sindaco per una svolta - ELETTI

di Andrea Rifatto | 17/06/2022 | POLITICA

590 Lettori unici

Il sindaco Laudini con la sua squadra

Itala ha scelto il cambiamento, consegnando il governo del paese alla compagine che ha sfidato l’amministrazione uscente, in sella da dieci anni. Il nuovo sindaco è infatti Daniele Laudini, capogruppo di minoranza negli ultimi cinque anni, che ha sconfitto il presidente del Consiglio Sebastiano D’Angelo, che puntava a dare continuità al progetto guidato sino ai mesi scorsi da Nino Crisafulli, scomparso a febbraio. Al voto si sono recati 1.084 su 1.616 aventi diritto, con un’affluenza del 67,08%, e Laudini ha ottenuto 657 voti, pari al 61,57%%, mentre D’Angelo si è fermato a 427, ossia il 38,43%. La lista “Io Amo Itala-Sicilia Vera”, collegata al sindaco eletto, ha raccolto 579 voti (56,04%), mentre “Insieme per Itala” dello sfidante 482 voti (45,53%). Daniele Laudini, esponente di Sicilia Vera, è stato così proclamato sindaco ricevendo la fascia tricolore dalle mani del commissario straordinario Carmelo Messina, che ha retto le sorti del comune per tre mesi dopo la morte del sindaco Crisafulli. Dopo la proclamazione si è insediato in municipio, dove dovrà affrontare alcune questioni immediate che riguardano criticità presenti da tempo in paese e soprattutto mettere mano ai conti del Comune, un ente in dissesto finanziario dove parallelamente all’attività degli organi politici va avanti quella del commissario liquidatore, che deve riconoscere la massa passiva per poi procedere agli accordi per le liquidazioni.

In Consiglio comunale siederanno dieci consiglieri: i sette eletti per la maggioranza sono Matteo Bello (140 preferenze), Sara Rizzo (128), Francesca Cacciola (124), Antonio Corica (121), Clelia Le Noci (80), Carmelo Palo (75) e Carmelo Di Leo (73); seguono Valentina Terrani (69) Bruno Tavilla (55) e Luciano Di Leo (44). Paolo e Cacciola sono stati designati assessori prima delle elezioni e dunque andranno in giunta e potrebbero lasciare il posto ai non eletti. Sui banchi riservati all’opposizione vanno Sebastiano D’Angelo, a cui spetta un seggio da candidato sindaco perdente, Salvatore Cacciola (126) e Ambra Crisafulli (110); a seguire nella lista Salvatore Di Ciuccio (104), Domenico Crisafulli (102), Stefania Bertino (80), Antonella Ciccarello (66), Maria Catena Micali (52), Rossella Interdonato (50), Edualdo Garufi (47) e Fortunata Stracuzzi (38).


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.