Giovedì 23 Maggio 2024
La più votata alle elezioni del 2020 lascia l'assemblea e illustra le motivazioni


Giardini Naxos, la maggioranza perde pezzi: si dimette la consigliera Rita Micalizzi

di Andrea Rifatto | 18/10/2021 | POLITICA

1937 Lettori unici

L'ormai ex consigliera Rita Micalizzi

Piove un’altra tegola sul sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi, già al centro di una questione di incompatibilità che lo potrebbe far decadere dalla carica ad appena un anno dalla sua elezione. In municipio sono infatti giunte oggi le dimissioni dalla carica di consigliere comunale di Rita Micalizzi, la più votata alle Amministrative del 2020 con 422 preferenze, esponente di maggioranza appartenente al gruppo del vicesindaco Giuseppe Cacciola che lo scorso luglio aveva ufficializzato l’adesione al movimento politico Sicilia Vera di Cateno De Luca. La sua decisione irrevocabile è stata formalizzata con una lettera inviata alla presidente del Consiglio comunale Antonella Arcidiacono, ai consiglieri e al sindaco, con la quale ha ringraziato il vertice dell’assemblea cittadina, tutti i suoi componenti, i dirigenti e i dipendenti comunali “per il lavoro svolto, a volte in piena emergenza, e per la la disponibilità che hanno manifestato nei miei confronti”. Ma cosa ha spinto Micalizzi a gettare la spugna? “L’entusiasmo che mi ha portato a sostenere ad accettare il delicato compito con lei concordato a seguito del risultato elettorale desidero che non si perda nell’insoddisfazione, nell’impossibilità di fare e agire per il bene del nostro paese - scrive rivolgendosi al sindaco Stracuzzi - ho accettato di sostenere l’attuale compagine amministrativa, ho cercato con i miei limiti e le mie capacità di dare un contributo in termini di competenza e onestà intellettuale che credo sia stato condiviso con tutti i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Il mio approccio all’attività politica è stato improntato al ‘servizio’ a favore di tutta la cittadinanza e al profondo rispetto per le istituzioni. Credo che quando un individuo si mette a disposizione della collettività lo debba fare scevro da ogni interesse e consapevole dell’enorme responsabilità che si assume. Non ho chiesto ai cittadini di avere la loro fiducia solamente per averne un titolo, non ho bisogno di alimentare la mia autostima, nè per rimanere ancorata a una posizione nè per avanzare richieste e rendite di posizione”. 

Ho provato con umiltà e correttezza a creare rapporti con lei e con i colleghi assessori, per rendere maggiormente visibile l’impegno di tutti a migliorare questa comunità - continua Rita Micalizzi - compio questa scelta di interrompere questa mia esperienza amministrativa al suo fianco, secondo coscienza. Non sarebbe giusto continuare ad occupare una posizione di visibilità senza la giusta serenità che oggi non ho più, per un insieme di cause e sarebbe inutile fare un dettaglio, ma è sicuramente doveroso ricordare a me stessa e a tutti voi che mi sono avvicinata all’aggregazione elettorale evidenziando il mio modo di pensare ‘sono la voce di chi non ha voce’, ossia un complemento importante che aggiunto alle altre peculiarità espresse dall’aggregazione elettorale ha portato a ricevere la fiducia e l’oneroso compito a lei di essere il sindaco di tutti i cittadini (chi lo ha votato e chi non lo ha votato). Ciò che ho fatto e che che ancora avrei potuto realizzare, di più e meglio, lo rimetto al giudizio altrui - sottolinea la dimissionaria - ringrazio i colleghi assessori verso i quali, nonostante le diversità di vedute su alcune problematiche, ho sempre manifestato stima e rispetto. Un ringraziamento mi viene dal profondo del cuore e va a tutti quei cittadini che hanno creduto nelle mie potenzialità, che mi hanno aperto le loro case e i loro cuori raccontando con semplicità le loro esigenze, le loro speranze. Il nostro sogno non si interrompe ma prosegue con inalterata prepotenza, con inalterata volontà. Resterò sempre in debito con loro e con l’impegno a continuare a ascoltarli - conclude - come faccio da molti anni anche non rivestendo il ruolo istituzionale che mi avevano permesso di avere”. Al posto di Rita Micalizzi subentrerà nel gruppo di maggioranza Antonella Treffiletti, primo dei non eletti nella lista "Giorgio Stracuzzi sindaco".


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.