Martedì 03 Agosto 2021
Da assegnare vicesindacatura e deleghe. Il Consiglio resta ancora senza vertici


Giardini Naxos, il sindaco Stracuzzi sceglie gli altri due assessori: ecco la nuova giunta

di Andrea Rifatto | 30/10/2020 | POLITICA

3018 Lettori unici

Talio, Cacciola, Stracuzzi, Pollastri e Spadaro

A tre settimane dall’insediamento della nuova Amministrazione comunale, la squadra che governerà Giardini Naxos per i prossimi cinque anni è adesso completa. Il sindaco Giorgio Stracuzzi ha infatti nominato la sua Giunta, scegliendo tutti i componenti che gli saranno a fianco per dare risposte alle tante attese dai cittadini. Ai già designati assessori Ariana Talio e Gianpiero Pollastri, entrambi 39enni e alla prima esperienza in politica, si aggiungono adesso Giuseppe Cacciola, 56 anni, unico ad aver già ricoperto una carica amministrativa essendo stato vicesindaco dal 1998 al 2000 durante la sindacatura di Salvatore Giglio e Antonio Spadaro, 44 anni, anche lui all’esordio a Palazzo dei Naxioti. Pollastri ricopre attualmente anche la carica di consigliere comunale e qualora dovesse dimettersi lascerebbe spazio sui banchi della maggioranza ad Antonella Treffiletti. Il sindaco Stracuzzi non ha ancora indicato il suo vicesindaco, che potrebbe essere Cacciola sia per l'esperienza di amministratore che per l'ottimo risultato conseguito dal suo gruppo alle elezioni del 4 e 5 ottobre, né assegnato le deleghe assessoriali, anche perché non tutti hanno ancora prestato giuramento. Probabile, comunque, che le deleghe vengano affidate tra lunedì e martedì: a Pollastri potrebbe andare il Bilancio, a Talio Cultura e Spettacolo, Spadaro sembra invece destinato ai Lavori pubblici.

Se la Giunta è ormai completa, restano ancora da individuare i vertici del Consiglio comunale, visto che non è stato ancora possibile eleggere presidente e vicepresidente in quanto alcuni consiglieri non hanno potuto essere fisicamente presenti alla prime due sedute, presiedute dal consigliere anziano Rita Micalizzi. Intanto il sindaco ha prorogato la gestione del servizio rifiuti alla ditta Progitec fino al 30 novembre, per evitare l’interruzione della raccolta e dello smaltimento con gravi conseguenza per Giardini, in attesa delle decisioni della Srr Messina Area Metropolitana sull’affidamento del nuovo appalto, ancora in alto mare all’Urega, della Città Metropolitana e della Regione sulla possibile proroga della gestione commissariale dell’Ato Me4 anche negli altri comuni ancora serviti dalla società d’ambito in liquidazione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.