Martedì 03 Agosto 2021
Chieste spiegazioni all'Amministrazione sugli interventi promessi ma non attuati


Furci, segnaletica carente e pericolosa: la minoranza interroga per la seconda volta

di Andrea Rifatto | 08/02/2021 | POLITICA

277 Lettori unici

Strisce sbiadite sulla Statale 114

Persistono ancora diverse carenze nella segnaletica stradale a Furci Siculo. Lo segnala il gruppo di minoranza “Disegniamo il futuro’’, che ha presentato un’altra interrogazione al sindaco Matteo Francilia e all’assessore alla Viabilità Francesco Moschella dopo quella della scorsa estate. I consiglieri Rosaria Ucchino, Agatino Pistone e Paolo Mascena ritengono infatti che il primo intervento non abbia sortito gli effetti desiderati dalla cittadinanza: “A distanza di sette mesi ancora molti residenti segnalano la carenza su tutto il territorio di segnaletica verticale, che spesso risulta divelta o assente creando notevoli disagi, e la presenza di segnali danneggiati non depone bene da un punto di vista estetico e del decoro urbano ma può rappresentare un pericolo - scrivono i quattro - così come ancora oggi anche la segnaletica orizzontale è in gran parte assente sia nel centro che nelle periferie e in modo particolare gli attraversamenti pedonali risultano assai sbiaditi e in alcuni punti quasi totalmente inesistenti”. Ucchino, Pistone e Mascena interrogano sindaco e assessore per sapere “quali sono gli intendimenti dellAmministrazione in merito alle problematiche espresse e ormai già note da tempo, con quali tempi si intende intervenire considerando che in sette mesi è cambiato molto poco e se si ritiene che le problematiche evidenziate non siano di fondamentale importanza per salvaguardare la pubblica incolumità dei cittadini, al di là degli annunci a cui ormai da tempo si sta abituando la cittadinanza”. “Il sindaco ha evidenziato più volte che la sua Amministrazione punta alla sicurezza del cittadino - evidenzia la minoranza furcese - ma quanto visto finora purtroppo va in controtendenza rispetto alle dichiarazioni dello stesso primo cittadino o dellassessore al ramo”. I quattro consiglieri hanno ricordato come a luglio Moschella ha risposto in Aula che entro breve tempo la maggior parte dei problemi sarebbe stata risolta, aggiungendo che i ritardi per l’acquisto e la posa di nuovi segnali stradali erano dovuti in parte allemergenza Covid e in parte ad una gara d’appalto deserta che aveva spinto il Comune ad agire con una procedura diversa, andata a buon fine. A ciò si erano aggiunti problemi per la segnaletica orizzontale, visto che la macchina traccialineee dell’Unione dei Comuni era rimasta a Casalvecchio Siculo e si stava valutando di affidare gli interventi ad una ditta privata.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.