Domenica 11 Aprile 2021
L'assessore Moschella replica in Consiglio all'interrogazione della minoranza


Furci, "Polizia locale in crescita, poco personale ma è salita la qualità del servizio"

di Andrea Rifatto | 12/03/2021 | POLITICA

480 Lettori unici

L'intervento di Moschella in Consiglio

“Stiamo raggiungendo un buon livello di servizio, abbiamo poco personale ma lo stiamo valorizzando e i frutti si iniziano a vedere, in ogni caso a mio avviso quantità non significa qualità”. Ha risposto così l’assessore alla Viabilità di Furci, Francesco Moschella, all’interrogazione della minoranza consiliare sulla carenza di agenti e sui problemi di sicurezza e traffico in paese. “Dal nostro arrivo esiste un capoarea, abbiamo un comandante e adesso abbiamo aggiunto un dipendente in ufficio in aggiunta al vigile e ai due ausiliari, mentre un terzo agente è andato a fare un’esperienza a Savoca e rientrerà a maggio, dunque stiamo crescendo come organico - ha evidenziato l’amministratore - e anche come orario di servizio”. A Furci, infatti, inizialmente il personale della Polizia municipale era presente 24 ore settimanali, salite adesso 36 ore (tranne in un caso a 32 ore) e per 12 ore al giorno vi è almeno un vigile in paese, dalle 7.30 alle 19.30 oltre domenica e festivi, compreso Ferragosto, Pasqua, Natale e Capodanno. “Sicuramente il numero di agenti non è congruo alle esigenze, servirebbero altre unità ma valuteremo se sarà possibile inserirle in base alla capacità assunzionali dell’Ente - ha aggiunto Moschella - ma viene fatto tutto quello che è necessario fare, al di là del fisiologico ingorgo sulla Statale 114 a causa di qualche automobilista indisciplinato”. La minoranza aveva manifestato perplessità anche sull’acquisto di una nuova auto di servizio e due scooter: “Avere un veicolo nuovo non dipende dal numero di vigili - ha concluso l’assessore - abbiamo mezzi obsoleti, a Palermo si va spesso le auto personali e serve un mezzo più sicuro”. Il comandante Salvatore Campagna ha ricordato come grazie all’integrazione oraria sia stato fatto un lavoro migliore e che spesso si verificano situazioni indecorose visto che è necessario spingere l’auto di servizio per farla partire, ricordando come i nuovi mezzi verranno acquistati con i proventi delle sanzioni al Codice della strada. Poi ha snocciolato qualche numero delle attività del 2020: 3.600 sanzioni effettuate, 180.00 euro accertati, 90.000 circa incassati, 124 residenze accertate e 1.000 veicoli controllati nel lockdown. L’assessore Moschella ha risposto anche all’interrogazione sulla segnaletica stradale carente, spiegano all’opposizione che presto verranno affidati i lavori ad una ditta esterna mentre gli operai comunali potranno effettuare degli interventi con la macchina traccialinee riconsegnata da poco dal Comune di Casalvecchio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.