Lunedì 17 Giugno 2024
La minoranza denuncia diverse criticità e chiede a Francilia di aprire un tavolo


Furci, "gestione fallimentare di viabilità e cimiteri: il sindaco rimuova l'assessore"

di Redazione | 22/02/2020 | POLITICA

1849 Lettori unici

Code sulla Statale 114 nel centro di Furci

“La gestione della viabilità e dei cimiteri a Furci è fallimentare, il sindaco sollevi dall'incarico l’assessore comunale al ramo”. Lo chiedono i consiglieri di minoranza Rosaria Ucchino, Paolo Mascena, Agatino Pistone e Sandro Salvatore Triolo, che hanno scritto al sindaco Matteo Francilia chiedendo di revocare la nomina all’assessore Francesco Moschella, che detiene le deleghe a  Viabilità, Igiene e Sanità, Manutenzione, Cimitero, Acquedotto, Arredo urbano, Verde pubblico, Demanio, Protezione civile. L’opposizione denuncia “il fallimentare piano di viabilità studiato dall'assessore al ramo, con il quale le criticità del nostro tessuto urbano hanno subito un incremento esponenziale, sebbene sia stato nominato un nuovo comandante della Polizia municipale ed in un articolo giornalistico si è appreso come le casse del Comune si sono rimpinguate dall'elevato numero di contravvenzioni elevate”. Secondo i quattro consiglieri, però, vi è “l'assenza di interazione con la cittadinanza che inoltra segnalazioni, come ad esempio autovetture senza copertura assicurativa, sosta selvaggia in presenza di cartelli di divieto, occupazione di spazi pubblici senza preventiva autorizzazione” e viene citata “l'iniziativa disastrosa ed irrispettosa della proposta di deliberazione di Consiglio comunale di modificare il regolamento della sosta a pagamento sulle strisce blu per gli utenti disabili, che grazie alla ferma opposizione dei consiglieri di minoranza la proposta è stata annullata”.

Ucchino, Mascena, Pistone e Triolo passano poi ai cimiteri ed evidenziano come a loro avviso vi sia “assenza di programmazione della manutenzione e scerbatura sia al cimitero centro che nella frazione Artale, secondo uno scrupoloso calendario di interventi” e rimarcano “l'attuale stato di pericolo in cui versa il cimitero centro, con fili penzolanti, circoscritti da improvvisate transenne”, parlando poi di “perpetrate fallimentari iniziative per la ricorrenza dei defunti, che per due anni consecutivi hanno determinato malumori e vergogna per assenza di opportuna programmazione della gestione dell'appalto per le lampade votive”. I quattro consiglieri di minoranza fanno quindi presente come “la comunità furcese ha la necessità di avere una gestione dei servizi cimiteriali e della viabilità secondo modelli funzionali e che ciò richiede una figura diversa dall'attuale assessore che ahinoi riveste entrambe le deleghe”. Al sindaco sindaco è stato rinvolto l’invito affinché organizzi “un tavolo tecnico nel quale la minoranza possa esporre modelli di gestione diversa, nel quale proporre soluzioni sia alle problematiche della viabilità sia alle criticità riscontrate nei servizi cimiteriali”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.