Sabato 21 Maggio 2022
Dopo settimane di trattative dal Circolo arriva il liberi tutti con una votazione interna


Elezioni Santa Teresa, il Pd "scarica" Antonio Scarcella e rimane fuori dalla competizione

di Andrea Rifatto | 12/05/2022 | POLITICA

1283 Lettori unici

Casablanca e Scarcella con alcuni esponenti del Circolo

Il “liberi tutti” è arrivato lunedì sera. Il Partito democratico rimane ufficialmente fuori dalla competizione elettorale per l’elezione del nuovo sindaco di Santa Teresa di Riva. Le lunghe trattative che andavano avanti da settimane e le discussioni interne al Circolo si chiudono quindi con una decisione di totale disimpegno verso la consultazione, assunta quasi all’unanimità (un solo iscritto ha votato per la presenza attiva del Pd alle elezioni) ad una settimana dal termine ultimo per la presentazione delle liste. Una decisione maturata dopo aver tentato di ottenere un (altro) posto nella squadra del candidato sindaco Nino Bartolotta, che però già venerdì sera aveva fatto presente di aver praticamente chiuso la sua lista e che l’ultima casella da riempire rimane riservata ad una donna per completare la quota rosa. Il Partito democratico “scarica” dunque il proprio esponente Antonio Scarcella, consigliere di minoranza iscritto ai Dem dal 2019, che nelle scorse settimane ha chiuso autonomamente un accordo con Bartolotta ottenendo un posto nella coalizione come candidato al Consiglio comunale, dopo aver annunciato il 19 marzo la candidatura a sindaco (finora non ritirata ufficialmente) a capo di una terza lista che però non è mai nata. Un passaggio non indolore quello che si è consumato nell’ultima riunione del Pd di Santa Teresa, dove gli iscritti hanno preso atto ancora una volta della decisione di Scarcella di agire senza seguire un percorso condiviso all’interno del Circolo e della sua mossa adottata all’insaputa degli iscritti e dei militanti del partito, amareggiati dal suo comportamento. 

Il Circolo guidato da Angelo Casablanca aveva proposto a Bartolotta la candidatura in lista di Onofrio Chillemi e la designazione di un assessore prima della consultazione elettorale, richieste che però non sono state soddisfatte dall’ex sindaco e che dunque hanno portato il Partito democratico a decidere di lasciare liberi i propri rappresentanti, senza assumere una posizione ufficiale. Una frattura, quella con Scarcella, che si sarebbe potuta ricucire proprio nel corso dell’ultimo incontro, al quale però non ha preso parte tra la delusione di parecchi iscritti disponibili ad un confronto. Su di lui, infatti, il Circolo aveva puntato per la candidatura a sindaco e sarebbe stato pronto a sostenerlo anche nella lista di Bartolotta, seppur il ritorno dell’ex primo cittadino in campo non aveva convinto i vertici del Circolo, ma l’aver chiuso l’intesa direttamente con il candidato sindaco, bypassando gli organismi, è stata una mossa per lui fatale. Il mancato sostegno del partito non sembra però preoccupare più di tanto Antonio Scarcella, che ritiene di poter ottenere comunque un buon risultato elettorale. La delusione tra gli iscritti è legata anche al disimpegno del segretario provinciale del Pd, Nino Bartolotta, che si è tenuto fuori dalle trattative nonostante l’importanza della consultazione elettorale di Santa Teresa. Un “liberi tutti” che dunque porterà esponenti del Pd a sostenere sia Nino Bartolotta che Danilo Lo Giudice.

Più informazioni: elezioni santa teresa 2022  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.