Mercoledì 22 Maggio 2024
Il sindaco di Scaletta potrebbe guidare uno schieramento bipartisan nel paese di origine


Elezioni S. Alessio, spunta il nome di Gianfranco Moschella: "In politica mai dire mai..."

di Andrea Rifatto | 15/10/2021 | POLITICA

1616 Lettori unici

Gianfranco Moschella vive a Sant'Alessio

E se a mettere tutti d’accordo arrivasse un candidato sindaco “straniero”, apprezzato da ogni schieramento politico? C’è anche questa ipotesi a Sant’Alessio Siculo in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno. Dopo l’accordo saltato nei mesi scorsi tra maggioranza e minoranza per fare fronte comune e presentarsi agli elettori con un unico schieramento che anteponga le sorti del paese ad ogni ambizione politica, spunta infatti una soluzione che potrebbe togliere le castagne dal fuoco e riunire le forze in campo: la candidatura a sindaco di Gianfranco Moschella, attuale primo cittadino di Scaletta Zanclea, che è originario dal lato paterno proprio della cittadina del Capo, dove vive attualmente. A confermarcelo è lo stesso sindaco in carica dal 2013 nel comune all’estremità nord della riviera jonica: “Ci sono state delle riunioni con la partecipazione congiunta sia della maggioranza che dell’opposizione e sul mio nome è stata trovata ampia convergenza - ammette Moschella - sono sicuramente gratificato, ho un impegno con la mia amministrazione ma in politica mai dire mai, lasciamo aperta questa porta”. Dunque un percorso che potrebbe proseguire conducendolo fino alla sua discesa in campo a Sant’Alessio nella prossima primavera. Il mandato da sindaco di Scaletta, paese al quale è legato per l’origine della madre, scade però nel 2023 e dunque un’eventuale candidatura nel centro alessese lo costringerebbe a dimettersi nei prossimi mesi per tentare la nuova avventura. Dopo due mandati, tra l’altro, alla luce dell’ultima modifica alle legge elettorale, Gianfranco Moschella potrebbe riproporsi tra un anno e mezzo dinanzi ai cittadini di Scaletta Zanclea per la terza volta consecutiva e dunque valuterà attentamente i pro e i contro di ogni possibile scelta. A Sant’Alessio, per il momento, l’argomento elezioni sembra comunque essere stato accantonato: il sindaco Giovanni Foti parrebbe intenzionato a non ricandidarsi per quello che sarebbe il suo quarto mandato (il secondo consecutivo) e potrebbe lasciare il posto ad un membro dell’attuale maggioranza, come ad esempio il presidente del Consiglio Domenico Aliberti o il vicesindaco Santino Foti, mentre tra le fila dell’opposizione il primo nome rimane quello di Concetto Fleres. Non è escluso, però, che da entrambe le parti si possano individuare altre alternative oppure trovare l’intesa sul nome del sindaco di Scaletta, che si sposterebbe dunque da un Capo… all’altro della riviera jonica.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.