Domenica 19 Settembre 2021
Il gruppo ‘Prendiamoci il futuro’ interviene sulle dimissioni del segretario Pd Parisi


Nizza. “Di Tommaso domina incontrastato, riappacificazione impossibile”

03/07/2015 | POLITICA

1824 Lettori unici

Di Tommaso, Gregorio e Parisi

Il movimento “Prendiamoci il futuro”, attraverso il suo portavoce Carlo Gregorio, è intervenuto sulle dimissioni del segretario del circolo Pd di Nizza di Sicilia, Franco Parisi. “Che vi sia una diminuzione degli iscritti al partito – si legge in una nota diffusa oggi - e nello stesso gruppo consiliare “Cambia Nizza”, prima molto vicino al Pd, ove ormai risulta solo un consigliere comunale iscritto ai democratici, è il frutto della scellerata politica nazionale nella quale non si identificano più i compagni della sinistra storica. Anche a livello locale sono stati percepiti gli effetti del nuovo corso, che non hanno certo giovato alla costruzione di un’alternativa democratica da contrapporre all’attuale Amministrazione comunale bensì al favorire del disorientamento e quindi della frammentazione”. Gregorio entra poi nel merito della situazione politica nizzarda. “Per quanto riguarda la pretesa pacificazione sociale – prosegue- propugnata da Franco Parisi, riteniamo sia una bella idea ma difficilmente prefigurabile per Nizza. Dopo 40 anni di dominio incontrastato di una sola persona, che ha spadroneggiato come ha voluto, oggi, quasi a conclusione del suo mandato, ci sembra impossibile parlare di riappacificazione sociale. Sappiamo che l’indole dell’ex segretario non è incline allo scontro acceso (per usare le sue parole) e i recenti incontri pubblici dallo stesso promossi, proprio per la sua “signorilità” e la scorrettezza di altri, hanno decretato il fallimento del confronto e del dialogo sulle varie problematiche affrontate”. Inoltre, il movimento “Prendiamoci il futuro” esprime rammarico per il fatto che “un vero democratico abbandoni un ruolo politico strategico, che avrebbe potuto consentire sviluppi positivi per la comunità”. Il movimento si augura che le dimissioni siano da stimolo, ai vecchi e nuovi “compagni”, all’apertura di un dialogo con altre forze politiche e sociali del paese “che possano consentire, soprattutto in questo periodo di crisi economica e di valori, il risanamento e il miglioramento delle condizioni socio-economiche di un paese in stato inerme e alquanto degradato”. “Ci auguriamo, infine – conclude Carlo Gregorio - che il prof. Franco Parisi, a prescindere dal ruolo, voglia continuare a profondere il suo impegno politico-amministrativo e mettere a disposizione la sua esperienza e competenza per la costruzione di una Nizza di Sicilia migliore”.

Più informazioni: pd nizza  politica nizza di sicilia  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.