Mercoledì 19 Giugno 2024
Parlano il segretario provinciale e il candidato in lista, distanti dalle posizioni locali


Dai big del Pd sostegno a Bartolotta: "Il Circolo ci ripensi, non mercanteggiamo poltrone"

di Andrea Rifatto | 19/05/2022 | POLITICA

1419 Lettori unici

Scarcella, Bartolotta, Bartolotta (Pd), Saitta e Fascetto

Il Circolo cittadino ha deciso di non schierarsi ufficialmente, ma la “benedizione” dei vertici provinciali del Partito democratico al candidato sindaco Nino Bartolotta conferma che tra Santa Teresa di Riva e Messina le distanze si stanno allungando. All’avvio della campagna elettorale sono infatti giunti nella cittadina jonica il segretario provinciale dei Dem Nino Bartolotta (omonimo del candidato sindaco) e il presidente dell’Assemblea provinciale Antonio Saitta, accompagnati dall’esponente locale Antonio Fascetto, per confermare pieno sostegno ad Antonio Scarcella, candidato nella lista di Bartolotta. Presenze che hanno fatto storcere parecchio il naso al Pd santateresino e alla sua componente giovanile, che accusano Scarcella di aver stretto l’accordo con l’ex sindaco di Santa Teresa senza il via libera della base locale. “Il Circolo ha preso questa scelta, speriamo sia momentanea e che possa essere rivista - commenta il segretario provinciale - perchè non hanno detto che sono contro, ma che non prendono parte alla campagna elettorale. Credo che dal Pd possano arrivare spunti per il programma che il candidato sindaco può fare propri, con una collaborazione attiva che coinvolga tutto il Circolo. Abbiamo il nostro tesserato Antonio Scarcella, un consigliere comunale, una presenza che non può non essere considerata, al di là delle decisioni prese dal Circolo, che vanno rispettate: lui ha anche ritirato la candidatura a sindaco e questo, noi rappresentanti provinciali, non lo possiamo disconoscere”. Bartolotta la definisce una situazione antipatica e rimane in attesa di capire come si evolverà nei prossimi giorni. 

“La disponibilità di Scarcella mi risulta fosse stata data sin da subito dal Circolo al candidato sindaco - aggiunge il segretario provinciale - poi mi è giunta voce che non c’è stata la condivisione dell’accordo per la questione relativa all’assessorato, ma il Pd non può mercanteggiare poltrone, partiamo da spunti programmatici e da quello che vogliamo proporre per il territorio. Le poltrone, se ci sono, vengono dopo. Non conosco i contorni esatti della vicenda - conclude - massimo rispetto per il segretario e il Circolo, mi auguro che da qui in avanti possano esserci ravvedimenti o dei chiarimenti per il nostro elettorato, modesto ma presente”. Scarcella taglia corto: “Il Pd è con me, la presenza di Bartolotta, Saitta e Fascetto è emblematica, ho l’appoggio e la fiducia del partito - commenta - non voglio fare polemiche ma l’accordo è passato dal Circolo, che ha fatto il mio nome per la lista al candidato sindaco. Non sono stati convocati tutti gli iscritti, solo in tre hanno detto di no, dovrebbero ricredersi e appoggiarmi, ancora sono in tempo per farlo. Il Partito democratico che non partecipa per due volte consecutive alle elezioni amministrative a Santa Teresa è una cosa assurda. La questione è nata sull’assessorato e su un eventuale altro posto in lista, Onofrio Chillemi ha chiesto di attendere, si perdeva tempo e la campagna elettorale era ormai iniziata”.

Più informazioni: elezioni santa teresa 2022  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.