Mercoledì 21 Ottobre 2020
Il consigliere di maggioranza interviene dopo le dichiarazioni dell'ex presidente


Castelmola, D’Allura replica a Mastroeni: “Mai negato il confronto, ha tradito il gruppo”

15/02/2017 | POLITICA

1460 Lettori unici

Il consigliere Fabio D'Allura

Dopo le dichiarazioni rilasciate dall’ex presidente del Consiglio comunale di Castelmola, Sergio Mastroeni, che in seguito alla mancata elezione del nuovo presidente del Civico consesso ha commentato la situazione politica in seno all’Amministrazione, è intervenuto il consigliere di maggioranza Fabio D’Allura, che ha voluto replicare all’ex presidente. “Questa Amministrazione, contrariamente a quanto dichiarato da Mastroeni, non ha mai negato il confronto e il dialogo con la sua persona; né avrebbe potuto mai farlo ricoprendo Mastroeni la seconda carica istituzionale del Comune e in quanto tale parte integrante dell’Amministrazione stessa – esordisce D’Allura – . Tutti noi abbiamo sempre avuto rispetto per la sua persona e per la carica da lui ricoperta, confrontandoci su ogni proposta, atto e attività. Invero, il consigliere Mastroeni, nonostante il nostro solerte comportamento, si è tuttavia limitato a filtrare alcune istanze provenienti da privati cittadini, il più delle volte irrealizzabili per ragioni da lui stesso conosciute. Sennonché l’irrealizzabilità delle proposte da lui avanzate è stata veicolata all’esterno in modo non aderente alla realtà, al solo fine di screditare, ingiustamente ed inaspettatamente, l’Amministrazione e il sindaco, tradendo la fiducia e la lealtà riposta da noi sulla sua persona. La cosa che più mi ferisce è che il consigliere Mastroeni – prosegue – non ha mai comunicato il suo disappunto, limitandosi all’improvviso e senza alcuna minima avvisaglia, a tradire il patto che dal 2012 ci aveva unito. Mi auguro che i cittadini e il gruppo che lo sostiene siano consapevoli della diserzione del nostro ex presidente, che passerà alla storia come il presidente assente. Tutti noi lo abbiamo sempre difeso e coperto e la moneta con cui siamo stati ripagati, a fine legislatura, è stata l’abbandono, creando problemi sia a noi ma soprattutto alla comunità, cercando, strumentalmente, di paralizzare l’attività del Consiglio comunale. Devo essere sincero, non sono scontento di essermi liberato di un personaggio politico che, ai miei occhi, è molto ambizioso. Concludendo, questo gruppo del quale faccio parte e di cui vado fiero, non ha mai prodotto atti illegali, ci siamo sempre attenuti a quelle che erano le disposizioni di legge; laddove ci fosse stato un dubbio siamo stati attenti a prendere le dovute misure di rettifica. Conseguentemente non vedo la ragione di tutto questo accanimento nei nostri confronti e il tentativo di metterci in cattiva luce con familiari, amici e sostenitori. Invito, pertanto, il consigliere Mastroeni – conclude Favbio D’Allura –  a riflettere sul suo comportamento e a farsi un esame di coscienza. Sono certo che tale riflessione condurrà il consigliere Mastroeni ad ammettere di avere sbagliato”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.