Sabato 31 Luglio 2021
Proposte per aiutare cittadini e imprese. Al via la seconda parte dei buoni spesa


Antillo, la minoranza chiede lo stop ai tributi e la rinuncia ai gettoni dei consiglieri

di Redazione | 07/05/2020 | POLITICA

754 Lettori unici

Il municipio di Antillo

Tre proposte per aiutare cittadini e attività produttive sono state presentate dal gruppo consiliare di minoranza di Antillo all’Amministrazione comunale del sindaco Davide Paratore. I consiglieri Romualdo Lo Conti, Salvatore Bongiorno e Giuseppe Muscolino evidenziano come “le vicende legate all’epidemia stanno mettendo a dura prova a livello economico le famiglie e le attività commerciali di Antillo” e chiedono la sospensione del pagamento dei tributi comunali per sei mesi allo scopo di sostenere le famiglie disagiate e la sospensione o riduzione delle imposte locali a tutte le partite Iva, valutando ogni singolo caso. Poi propongono a tutti i consiglieri di rinunciare ai gettoni di presenza del 2020 e fino a fine mandato (tra un anno) destinando le somme all’acquisto di piantane per l’erogazione di gel igienizzante da fornire alle attività commerciali e di pubblico servizio: “L’Amministrazione ha già erogato i buoni spesa alle famiglie e abbiamo pensato di far fronte ad altre esigenze acquistando le piantante igienizzanti per tutte le attività per ripartire in sicurezza garantendo la salute della popolazione - spiega il consigliere Bongiorno - noi di minoranza, con i nostri gettoni del 2019, doneremo  già alcune piantane alle attività di pubblico servizio”. 

Intanto il Consiglio comunale, con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza, ha approvato una variazione di bilancio al previsionale 2019/2021 per inserire nell’esercizio provvisorio 2020 la somma di 17mila 360 euro, ossia il contributo assegnato dalla Regione per l’erogazione degli ulteriori buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità (alimenti, farmaci, prodotti per l’igiene personale e della casa, bombole del gas): disponibili vi sono nell’immediatezza 5mila 208 euro, ossia un primo acconto del 30% erogato dalla Regione, che verranno distribuiti alla popolazione sotto forma di voucher da un minimo di 300 a un massimo di 800 euro per nucleo familiare, a seconda dei componenti. L’avviso e i moduli (clicca qui per scaricarli) sono stati pubblicati oggi sul sito internet del Comune e le domande potranno essere inviate entro il 18 maggio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.