Lunedì 17 Giugno 2024
Terza edizione della manifestazione con quattro giorni di iniziative culturali


"Un mare di arte e cultura", tra Furci e Santa Teresa musica dall’alba fino alla notte

di Redazione | 30/07/2023 | CULTURA E SPETTACOLI

1661 Lettori unici

Eventi a partire dalle 5 in riva al mare

Dall’alba fino alla notte in un continuum di musica e iniziative culturali. Questo e tanto altro è “Un mare di arte e cultura”, manifestazione alla sua terza edizione, che si terrà dal 31 luglio al 3 agosto a Furci Siculo, tra la spiaggia e la piazza Sacro Cuore e in un jazz club di Santa Teresa di Riva. Una quattro giorni con tanti appuntamenti suddivisi tra l’alba, la sera e la notte, sotto la direzione artistica del maestro Carmelo Coglitore e ideata dallo stesso Coglitore insieme al libraio Fabio Raspa e ad Alessandro Niosi, presidente dell’associazione musicale “Città di Furci Siculo”.  Si parte lunedì 31 luglio, alle 21, in piazza Sacro Cuore a Furci Siculo con l’evento “Banda & Band”, serata musicale che vedrà esibirsi la banda della Città di Furci e il maestro Antonello Tonna, pianista siciliano e autore, insieme alla cantante olandese Justine Pelmeley, del brano "Il tempo si è fermato", dedicato al naufragio della Costa Concordia, nave sulla quale i due artisti si trovavano quel tragico 13 gennaio del 2012 per lavoro. Durante la serata ci sarà anche la partecipazione del prof. Vittorio Gregorio che in anteprima reciterà alcuni brani tratti da “Tamarì”, libro di prossima pubblicazione dedicato a Furci Siculo. A condurre la serata la giornalista Cristina Maccarrone. Alle 23 al jazz club di Santa Teresa si esibiranno il maestro Antonello Tonna & Friends.

Martedì 1 agosto primo appuntamento all’alba, alle 5, con la musica protagonista del risveglio della cittadina di Furci. A esibirsi sulla spiaggia furcese sarà Pierpaolo Maimone che allieterà con il suo sassofono chi vorrà godersi lo splendido spettacolo del sole che sorge sul mare. Al sorgere del sole, come dopo ogni alba all’insegna della musica, sempre in spiaggia la degustazione della granita. La serata, invece, prenderà il via alle 20.30 e a essere protagoniste saranno le parole: in piazza Sacro Cuore si terrà la presentazione del libro “Santa, la guerra” di Tino Caspanello, scrittore e drammaturgo originario di Pagliara, vincitore con Mari, nel 2003, del Premio Speciale della Giuria del Premio Riccione Teatro. Dialogano con l’autore Giusi Arimatea, giornalista e critico teatrale e Cinzia Muscolino, attrice. Dalle 21.30 nuovamente protagonista la musica con il “Valentina Balistreri Duo” formato da Valentina Balistreri, alla voce, e Fulvio Cama, alla chitarra. Ad accompagnarla il chitarrista Fulvio Cama, autore e compositore calabrese che si definisce “Musicantore” Alle 23 il duo si sposterà al jazz club di Santa Teresa. 

Nuovo appuntamento con la musica all’alba il 2 agosto: alle 5 si potrà ascoltare la musica di Gianfranco Fichera Cogliandro, chitarrista con una tecnica sorprendente, didatta e concertista di caratura internazionale. Nella notte, a partire dalle 23, al jazz club di Santa Teresa si esibiranno Francesco Cusa, batterista, compositore, conductor di fama internazionale, Carlo Nicita, flautista e compositore e Gianmichele Taormina, giornalista e critico musicale palermitano, curatore della rubrica “Jazz mood” su “La Stampa”, prima e sinora unica rubrica dedicata al jazz su un giornale nazionale. Giovedì 3 agosto, appuntamento alle 5 per una nuova alba in musica con Carlo Nicita, talento internazionale del flauto jazz, Luciano Troja, musicista/compositore di origine messinese e Carmelo Coglitore al sax. Insieme a loro anche Gianmichele Taormina. “Un mare di arte e cultura" si concluderà alle 21 a Furci Siculo, sempre in piazza Sacro Cuore, con il concerto del Piccolo Coro Città di Taormina diretto dal Maestro Ivan Lo Giudice. 

“L’evento nasce da una mia vision, l’attuazione di qualcosa che si può realizzare e che nessun altro, nel momento in cui nasce, pensa possa essere possibile”, spiega Carmelo Coglitore, direttore artistico della manifestazione e musicista che vive in Lombardia, ma continua a realizzare eventi per la sua terra. “Anni fa, quando condivisi la volontà di fare musica all’alba, ci fu molto scetticismo perché si pensava non sarebbe venuto nessuno e invece oggi siamo alla terza edizione. Sono fiero di aver portato avanti questa visione perché credere in un progetto che deriva da una forte passione significa andare avanti nonostante tutto e superare le critiche. Ed è qualcosa che auguro a tutti. Dietro l’evento c’è tutto questo, oltre al fatto che promuovo il mio territorio, la mia spiaggia, il mio paese”. “È il terzo anno che promuovo insieme ad Alessandro Niosi e Carmelo Coglitore questo evento - aggiunge Fabio Raspa - tutti e tre, nei nostri diversi ruoli, siamo accomunati dalla voglia di diffondere il valore della musica e della cultura in generale. E tutti e tre lo vogliamo fare proprio nel nostro paese e nel nostro territorio perché, oltre a essere particolarmente legati alle nostre origini, crediamo che la nostra gente abbia la maturità per apprezzare anno dopo anno sempre di più il valore delle nostre proposte”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.