Giovedì 22 Ottobre 2020
Lo spettacolo con Enrico Guarneri chiude la stagione di prosa 'Turi Ferro' 2015/2016


Teatro, a Catania la prima nazionale di "Don Chisciotte"

14/04/2016 | CULTURA E SPETTACOLI

1672 Lettori unici

Enrico Guarneri si fa… in due e si sdoppia in scena assieme al cast del Don Chisciotte firmato dal regista Guglielmo Ferro. La prima nazionale, da venerdì a domenica 17 aprile, al Teatro Abc di Catania, chiuderà la sesta edizione della stagione di prosa “Turi Ferro”, organizzata e prodotta dall’associazione culturale Abc. Il testo, liberamente ispirato dal romanzo di Cervantes, si snoderà su due piani temporali.“Don Chisciotte o l’eroe romantico. È il protagonista assoluto della trasposizione teatrale con Enrico Guarneri - spiega il regista Guglielmo Ferro nelle sue note di regia - . Don Chisciotte è un sognatore che vola via dalla vita, immergendosi nelle gesta epiche dei cavalieri erranti, in un inciampo di eroismo che si trasforma in comicità onirica e ritrova nella vis-comica di Enrico Guarneri la sua perfetta incarnazione. Così come l’hidalgo che ha ispirato Miguel de Cervantes Saavedra, il protagonista della nostra messinscena -  prosegue Ferro - è un Don Chisciotte sedotto dai cliché di una letteratura ormai perduta, che creano intorno a lui un mondo di dame da salvare, incantatori, farabutti e cavalieri. In un gioco di sogno e realtà si inanellano una serie di improbabili avventure che Don Chisciotte, insieme all’inseparabile Sancho Panza, persegue in nome di una gloria che gli possa aprire il cuore della sua amata Dulcinea. La vicenda ben nota di Don Chisciotte si alterna in questa messinscena a una cornice narrativa che ha come protagonista un altro Don Chisciotte: un sognatore moderno, rappresentato da un bibliotecario che - come il personaggio del romanzo spagnolo - vive per i suoi libri e per essi morirà. Come l’ultimo eroe romantico di una società tecnocratica e post-moderna”.
Per Enrico Guarneri, protagonista della messinscena, affiancato dai ‘fedelissimi’ della sua compagnia, il confronto con il testo di Cervantes rappresenta una nuova ed appassionante prova attoriale. “Calarmi nei panni del Don Chisciotte di Cervantes - spiega Enrico Guarneri - è stata per me una sfida avvincente ed esaltante. Anche perché sono convinto che quest’opera sia il romanzo dei romanzi; una sorta di ‘libro per antonomasia’. In questa messinscena mi farò in due; due Don Chisciotte che si muovono su piani paralleli ma temporalmente lontanissimi tra di loro. Da un lato il Don Chisciotte originale, il cavaliere errante, l’eroe romantico e sognatore partorito dalla penna di Cervantes; dall’altro il maestro Piero, il bibliotecario che difenderà, fino alla morte, i suoi libri dalla distruzione decisa da un Governo tecnocratico e futuribile”.I
l debutto nazionale, che chiuderà la stagione di prosa “Turi Ferro”, al Teatro Abc, vedrà in scena la compagnia capitanata da Enrico Guarneri (Don Chisciotte, il maestro Piero), affiancato da Vincenzo Volo (Sancho Panza, Santo), Francesca Ferro  (Duchessa, Ispettrice), Nadia De Luca (Locandiera, Rosa), Rosario Marco Amato (Oste, direttore Vatteroni), Rosario Minardi (Merlino, Commissario), Mario Opinato (Diavolo, professore Gianserra), Nuccia Mazzarà (Contadina) e Verdiana Barbagallo (Maritornes). Le scene sono di Salvo Manciagli, i costumi di Riccardo Cappello e le luci di Andrea Chiavaro.
La rassegna teatrale catanese prevede anche delle rappresentazioni in pomeridiana. Per info e biglietti, 095.538188 oppure 347.0373701.

Più informazioni: stagione di prosa turi ferro  don chisciotte  enrico guarneri  guglielmo ferro  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.