Giovedì 22 Ottobre 2020
Evento promosso dal Lions Club per promuovere percorsi culturali nei comuni jonici


Roccalumera, "Da Quasimodo a D’Arrigo”: il turismo letterario motore di sviluppo e lavoro

08/10/2020 | CULTURA E SPETTACOLI

474 Lettori unici

L'evento all'Antica Filanda

Promuovere lo sviluppo-economico sociale del territorio e dare risposte al bisogno di lavoro ed occupazione da parte di giovani e meno giovani che vivono nei nostri territori e che non li vogliono lasciare o vogliono tornarvi. È una delle principali finalità del Lions Club Roccalumera-Quasimodo, fondato nelle scorse settimane e presieduto da Carlo Mastroeni, che nei giorni scorsi ha organizzato all’Antica Filanda un evento dal titolo “Da Quasimodo a D’Arrigo: il turismo letterario e culturale motore di sviluppo e occupazione per il territorio”, promosso nell’ambito della celebrazione della Giornata mondiale del Turismo istituita dall'Onu e in adesione alla lettera aperta del governatore del Distretto Lions 108Yb Sicilia, “Il coraggio di non aver paura”, con il patrocinio del Comune di Roccalumera, del Club Amici di Quasimodo, della Cisl e dell’Anolf di Messina. Dinanzi ad un folto e interessato pubblico si è discusso di promozione del turismo letterario e culturale: “Questa parte del territorio siciliano vanta, in tal senso, tanti punti di forza che vanno messi a sistema - spiega il Lions Club - da Salvatore Quasimodo a Stefano D’Arrigo, passando per Tommaso Cannizzaro e tanti altri, è possibile rafforzare percorsi turistici culturali che associati al ‘turismo lento’, sul quale tanti comuni del territorio stanno lavorando, possono dare una grande spinte alla economia locale, specie nei periodi diversi dalla stagione balneare, guardando sia ai turisti italiani che agli stranieri . Nel corso dell’incontro sono intervenuti anche alcuni sindaci e amministratori locali, come Natia Basile per Roccalumera,  Carlo Giaquinta per Alì Terme e Laura Tringali per Messina, il segretario provinciale della Cisl Nino Alibrandi, Filippo Grasso per l’Università  di Messina, Giuseppe Ruggeri e Milena Romeo in qualità operatori culturali e Franco Freni Terranova. Presente anche Alessandro Quasimodo, attore e regista, cittadino onorario di Roccalumera e socio del Lions Club Roccalumera-Quasimodo, che ha evidenziato come insieme al Parco letterario Quasimodo intende portare a Roccalumera un importante premio letterario che possa anche per dieci giorni l’anno animare il territorio della riviera. Il maestro Quasimodo ha inoltre recitato alcune poesie del padre Salvatore. Il Club , tramite il suo presidente Mastroeni, ha lanciato la proposta di istituire un centro unico di prenotazione per i beni culturali del comprensorio , in modo da facilitare ai turisti ed agli interessati la possibilità di visitare i luoghi culturali e letterari. Presente alla serata anche il prof. Giuseppe Rando del Comitato scientifico del Parco letterario Quasimodo. Nel corso della serata è stato anche avviato il gemellaggio, detto “Patto di Amicizia”, tra il Lions Club Roccalumera-Quasimodo e il Lions Club  Reggio Calabria sud Area Grecanica, presieduto da Mario Plutino. All’evento hanno presenziato i Lions Guida del L.C. Roccalumera-Quasimodo, il past governatore Francesco Freni Terranova ed il past presidente di Zona Messina Giuseppe Amadeo. Le conclusioni sono state affidate alla presidente di Zona, Marina Scimone.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.