Sabato 15 Giugno 2024
Idea lanciata da Archeoclub durante "Kalfaracconta" e i dialoghi con gli autori


"Roccafiorita Fotomaraton", un concorso per raccontare il borgo con le immagini più belle

di Redazione | 24/08/2023 | CULTURA E SPETTACOLI

1041 Lettori unici

Autori e organizzatori dell'iniziativa

Un’intensa “maratona” letteraria conclusa con l’annuncio di una nuova… maratona, questa volta fotografica, che punta a raccontare in maniera diversa il comune più piccolo di Sicilia e la sua festa della Madonna dell’Aiuto, in corso fino a domenica. “Kalfaracconta”, giunta alla quinta edizione, organizzata da Comune di Roccafiorita, Archeoclub Area Jonica e Osservatorio Beni culturali dell’Unione dei Comuni, continua a crescere e confermarsi fucina di idee. Il lancio della “Roccafiorita fotomaraton” da parte della vicepresidente Archeoclub, Ketty Tamà è stata la sorpresa della serata: al concorso si potrà partecipare scattando una foto a sei caratteristici aspetti del paese, ossia la roccia, i fiori, il borgo di pietre antiche, il paesaggio e panorama, la fede verso la Madonna dell’Aiuto e i volti nei giorni di festa. I partecipanti si potranno iscrivere entro oggi (a questo link regolamento e iscrizioni), accreditarsi in paese durante i giorni della festa, fotografare le sei “tappe” della maratona e inviare via mail le foto entro il 2 settembre. Il vincitore potrà fruire di un soggiorno a Roccafiorita, in una struttura ricettiva sul monte Kalfa, usufruendo anche delle attività di ristorazione e vendita di prodotti tipici del paese e della comunità che ha contribuito a raccontare. 

Tema di quest’anno di “Kalfaracconta” era “I territori tra penna e sguardi”, per sollecitare gli autori a descrivere varie modalità di raccontare il territorio. Nel primo dialogo si sono confrontate la giornalista del quotidiano La Sicilia Francesca Gullotta e Milena Privitera, autrice di “Straniere a Taormina”, che ha raccontato il ruolo e le descrizioni delle straniere del Grand Tour a Taormina. Poi Carlo Gregorio, autore del testo “Dalla torre di Roccalumera alle torri di Santa Teresa”, ha dialogato con Salvatore Mosca su come gli storici hanno raccontato il territorio. Enrico De Lea, autore della raccolta di poesie “Giardini di Occidente”, ha dialogato con la poetessa Maria Pia Crisafulli facendo emergere le sensazioni ed i sentimenti alla base dei componimenti poetici sui territori. L’assessora alla Cultura Emilia Mazzullo ha poi sollecitato gli ultimi due autori su due modi differenti di raccontare il territorio: una modalità onirica e fantasiosa usata da Enrico Scandurra nel suo “La misteriosa fine del professore Alberto Mazzaglia” e quella realista di Angelo Vecchio nel raccontare (“Una giovane coppia”) i ritorni: il ritorno di un anziano avvocato nel luogo natìo ed il ritorno a sentimenti “giovani”. L’incontro è stato coordinato dal presidente Archeoclub Filippo Brianni e Ketty Tamà. Oltre ai saluti del sindaco Concetto Orlando e dell’assessora Emilia Mazzullo è intervenuto anche Paolo Turiano, che con la sua cospicua donazione di testi ha consentito l’avvio del nuovo corso della biblioteca di Roccafiorita, inaugurata lo scorso anno. Durante Kalfaracconta è stata anche inaugurata la mostra di foto su tela dedicata a Taormina e curata dal giornalista Saro Laganà, aperta e visibile fino al 27 agosto nella biblioteca. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.