Giovedì 29 Febbraio 2024
Progetto dell'Istituto di S. Teresa in collaborazione con tre istituzioni culturali


"Musica… per un Nobel", il Comprensivo vince un bando con Quasimodo e vola a Stoccolma

di Andrea Rifatto | 20/10/2019 | CULTURA E SPETTACOLI

1479 Lettori unici

La presentazione del progetto "Musica… per un Nobel"

La partecipazione all’iniziativa “Per chi crea” del Ministero per i Beni culturali e della Siae ha permesso all’Istituto comprensivo di S. Teresa di Riva di ottenere un finanziamento per il progetto “Musica… per un Nobel”, che prevede un percorso di studio della figura di Salvatore Quasimodo che culminerà con tre concerti tra cui uno a Stoccolma, il 7 dicembre, in occasione del 60esimo anniversario del conferimento del Nobel allo scrittore siciliano. Il progetto, che nasce dalle collaborazioni con la “Libera Accademia musicale” di S. Teresa presieduta dal maestro Franco Galeano, l’Associazione Orchestra da Camera di Messina guidata da Giuseppe Arena e il “Parco Letterario la terra impareggiabile Salvatore Quasimodo” di Roccalumera presieduto da Carlo Mastroieni, è stato presentato alla scuola media di S. Teresa dalla dirigente scolastica Enza Interdonato: “Abbiamo partecipato quasi per caso dopo aver appreso del bando dal sindaco Danilo Lo Giudice, e siamo riusciti ad ottenere il finanziamento – ha detto la dirigente – e c’è grande entusiasmo per un’esperienza d’eccezione che consente ai ragazzi dell’Orchestra dell’Istituto comprensivo di mettersi a confronto con realtà musicali di qualità e di scoprire Quasimodo sia come Premio Nobel che dal punto di vista letterario e musicale, anche grazie al percorso di studio che l’Istituto ha intrapreso già lo scorso anno”. Oltre al concerto di Stoccolma, ne sono previsti altri due: l’1 dicembre all’Antica Filanda di Roccalumera e il 15 dicembre al Teatro Annibale di Francia a Messina.

Il progetto si basa sullo svolgimento di 7 moduli musicali da 20 ore ciascuno e vede impegnati quattro docenti della cattedra di strumento di istituto: Rosanna Pianotti per il violino, Tania Gullì per il flauto traverso, Domenico Galì per la chitarra, Nuccia Scarcella per il pianoforte, l’esperta esterna Simona Rigano per il coro. Le attività di laboratorio prevedono i percorsi formativi denominati “Archi in musica” (per 13 studenti), “Facendo vibrare le… Corde “ (14 studenti), ”Fiati per un Nobel” (13 studenti ), “Tasti… in sintonia” (4 studenti) e “Melodie di Voci” (10 studenti), rivolti agli alunni dell’Orchestra dell’Istituto comprensivo di S. Teresa con incontri in orario extra-scolastico. Inoltre è attivo il laboratorio “La Musica Popolare Incontra La Musica Colta”, diretto dal maestro Antero Arena con protagonisti 12 studenti dell’Orchestra del Comprensivo con alcuni componenti dell’Orchestra da Camera di Messina: “Lo scopo è quello di accostare i giovani alla musica colta attraverso l’ascolto e la pratica della musica popolare – spiega il maestro Arena – partendo dal semplice ascolto all’esecuzione di brani tratti dalla tradizione popolare siciliana e rivisti in chiave classica in modo da poter essere eseguiti con i tradizionali strumenti”. L’associazione “Amici della Musica-Libera Accademia Musicale” condurrà invece il “Dal recitar cantando del XVI secolo sino alla fine del XIX secolo: la vocalità italiana espressione della cultura musicale nel mondo”, rivolto a 10 studenti dell’Orchestra dell’Istituto affiancati da componenti dell’associazione musicale: “Il lavoro si è incentrato sullo studio si brani tratti da repertorio del bel canto italiano – ha spiegato il maestro Galeano – con particolare attenzione agli autori siciliani”.

“Una scommessa basata su un partenariato di eccellenza – ha commentato il presidente del Parco Quasimodo, Carlo Mastroeni – che rappresenta un fiore all’occhiello per il territorio e grande occasione di crescita per gli studenti, che avranno la possibilità di mettere in mostra esperienza e capacità anche grazie alla collaborazione con l’Istituto italiano di Cultura a Stoccolma, che ci accoglierà per il concerto del 7 dicembre”. Al progetto “Musica… per un Nobel” collaborano anche i docenti dell’Istituto comprensivo Cristina Trimarchi e Antonino Palella. Ai concerti è prevista la presenza del violinista santateresino Samuele Galeano.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.