Giovedì 23 Maggio 2024
La parrocchia ha ospitato la rappresentazione "MIR I AM. Io Sono Pace" di Michele Albano


Letojanni, la storia di Maria va in scena in chiesa con un monologo di drammaturgia sacra

di Redazione | 09/12/2023 | CULTURA E SPETTACOLI

626 Lettori unici

I protagonisti dello spettacolo con i parroci

"La solitudine non esiste". Conclude così Miriam il suo dialogare con l’attenta comunità parrocchiale di Letojanni. Nel programma delle numerose attività parrocchiali, promosse per le festività natalizie, il parroco don Francesco Giacobbe ha inserito anche momenti ludici e cultural-artistici. Ecco il perché di “MIR I AM. Io Sono Pace” monologo scritto e diretto da Michele Albano, autore nisseno che della drammaturgia sacra fa momento di confronto sulla fede e strumento per camminare sulle impronte di Dio, messo in scena nella chiesa di San Giuseppe. Protagonista della rappresentazione Ilaria Testaquatra, che ha saputo ridare carne e sentimento ad una Maria in veste terrena in quanto figlia, moglie e madre. Non certo la Maria distante ed eterea degli altari e delle nicchie, quella incontrata l’altra sera. Nella navata centrale della chiesa, tra panche piene di fedeli partecipi ed emozionati, si è consacrata la rappresentazione di una donna enorme per “normale” umanità che ha voluto raccontare sé stessa con naturalezza ma anche alla luce di una fede consapevole. “Un grazie sentito a don Francesco ed a tutta la comunità di Letojanni – sono le parole dell’autore Michele Albano a conclusione della rappresentazione - che ci ha accolti con familiarità ed affetto. È sempre una grande emozione accompagnare Maria in questo percorso di conoscenza di Dio e del progetto che propone alla vita di ciascuno.”

“Attraverso il racconto di questa donna è come se ciascuna donna potesse creare un focus privilegiato sulla propria esperienza di vita e fede” ha commentato l’attrice Ilaria Testaquatra. Il coordinamento tecnico è stato affidato a Cristian Lo Giudice, prezioso collaboratore parrocchiale. A completare il gruppo proveniente da Caltanissetta Enza Pilato e Piero Carà, che si sono occupati della logistica e della comunicazione. Tra il pubblico anche una delegazione di fedeli delle parrocchie di Gallodoro e Mongiuffi, accompagnati dal loro parroco, padre Paolo Daniele Truscello. Il monologo era già stato presentato a Letojanni lo scorso anno ma per volere di padre Francesco è stato riproposto anche quest’anno ed ha ottenuto il plauso dei numerosi presenti che sono stati catturati dalla brillante interpretazione della protagonista. Per consolidare il legame con la compagnia, sono stati  già presi accordi per una nuova serata durante il periodo di Quaresima nella quale verranno messi in scena i personaggi che nel Vangelo non esprimono una parola. In quella occasione racconteranno la loro storia attraverso il teatro. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.