Mercoledì 21 Ottobre 2020
Ieri Concerto sul Barocco italiano a S. Teresa di Riva: un sabato all'insegna del 'bello'


La genuinità fa lieto il cuor: una serata di buona musica

di Santo Trimarchi | 04/05/2014 | CULTURA E SPETTACOLI

2143 Lettori unici

E’ doveroso dare risalto al Concerto stilistico sul "Barocco italiano", organizzato dal Libero Comitato Artistico “Figli di un Dio maggiore”, sabato 3 maggio al Palazzo della Cultura - Vlla Crisafulli Ragno di Santa Teresa di Riva. E’ stato un evento gradevole di musica che ha allietato il cuore, ha rasserenato l’animo, ha riconciliato con la propria interiorità sulle note allegre e melodiose delle opere di noti artisti italiani dello stile barocco. La serata si è rivelata veramente dilettevole per la semplicità dei giovani protagonisti, che si sono alternati al pianoforte, al flauto, al violino, alla chitarra, al clarinetto, all’oboe ed alla voce. Tutti i partecipanti hanno dato un contributo originale al programma dimostrando, pur all’inizio dell’esperienza artistica, notevole padronanza nell’esecuzione dei brani proposti, competenza tecnica e capacità espressiva. Il pubblico presente ha colto la spontaneità, la bellezza e l’armonia dell’atmosfera che si è creata, apprezzando con l’ascolto attento e gli applausi le varie interpretazioni. Si è trattato sicuramente di un momento edificante per tanti aspetti ma va sottolineato che i giovani motivati, determinati ed impegnati costituiscono un valore aggiunto per la società in cui operano. In questo tempo di crisi e di depressione generale danno speranza ed indicano la via giusta per uscire fuori dallo scoraggiamento e dalla rassegnazione. L’arte del "bello" procura piacere, mette gioia nel cuore ed apre orizzonti diversi in linea con il senso positivo della vita. L’ascolto melodioso tocca l’intimo dell’essere e porta alla relazione pacifica con se stessi e con gli altri, invita a costruire mondi di armonie nei rapporti sociali e potrebbe incidere in modo risolutivo rispetto ai problemi di ogni giorno, alla fatica di andare avanti senza prospettive e con tristezza. E’ stato un sabato sera diverso, fuori dal fragore dei locali di moda per consumare, per stordirsi ed intorpidire la salute mentale, fuori dalla ricerca di soddisfazioni leggere e passeggere, fuori dalle seduzioni distruttive. E’ una proposta interessante per crescere lietamente e coltivare una dimensione profonda della propria umanità, che garantisce uno stile diverso di abitare questo mondo e guarda con serenità al futuro.

Più informazioni: opinioni  figli di un dio maggiore  santo trimarchi  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.