Giovedì 29 Ottobre 2020
Sabato e domenica la decima edizione a S. Teresa con cortei storici ed esibizioni


La Festa della Primavera celebra la fratellanza dei popoli: ospite speciale Miss Italia

di Andrea Rifatto | 28/04/2017 | CULTURA E SPETTACOLI

3494 Lettori unici | Commenti 5

Triolo, Crisafulli, Bonfiglio, De Luca, Ciulla e Bruni

Sarà dedicata ai bambini e alla fratellanza tra i popoli la decima edizione della Festa della Primavera in programma sabato 29 e domenica 30 aprile a S. Teresa di Riva. Le iniziative in programma sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Cateno De Luca, dall’assessore allo Spettacolo, Giovanni Bonfiglio e dai componenti del comitato organizzatore dell’evento, che anche quest’anno avrà la direzione artistica e la regia di Vittorio Bruno, ideatore della Festa negli Anni ’70. Al suo fianco hanno lavorato Melina Patanè, Domingo Crisafulli, Rosy Ciulla e il dipendente comunale Cosimo Triolo, per dare vita a una kermesse costruita sul messaggio "Tutti i bambini del mondo sono per l'umanità l'unica vera Primavera". “Confermiamo un’importante manifestazione che da tre anni a questa parte abbiamo deciso di rivalutare – ha detto De Luca – arricchendola sempre più con altri eventi e la decima edizione è ancora più attesa perché il comprensorio in questo momento non offre nessun’altra manifestazione capace di attrarre il pubblico. La Festa della Primavera – ha evidenziato il sindaco – rientra un quella strategia di destagionalizzazione che a nostro avviso è fondamentale perché non si possono concentrare tutti gli eventi e gli spettacoli solo nel mese di agosto. Neanche quest’anno – ha aggiunto – abbiamo chiesto contributi alla Regione perché i tempi burocratici per ricevere le some sarebbero stati molto lunghi”. La manifestazione viene infatti realizzata interamente con fondi del bilancio comunale, per una spesa complessiva di 48mila euro. “La Festa della Primavera serve anche a incrementare il turismo – ha ribadito l’assessore Bonfiglio – e conferma la nostra volontà di realizzare eventi culturali e artistici durante tutto il corso dell’anno”. Miss Primavera sarà quest’anno la 18enne rumena Andrea Ureka, scelta dal comitato organizzatore, mentre ospite speciale sarà Miss Italia 2016, Rachele Risaliti.

Il programma. La Festa della Primavera prenderà il via sabato 29 aprile alle ore 16, con la partenza dal quartiere Bucalo del Corteo di primavera, che si snoderà per quasi un chilometro con 500 figuranti, con la partecipazione delle bande musicali “Vincenzo Belini” e “Giuseppe Verdi”, gli sbandieratori, le majorettes, i musici, il corteo storico e il gruppo africano, il Rione Panzera di Motta Sant’Anastasia, la Compagnia Sikilia di S. Teresa, i Tamburi di Buccheri, il carro infiorato della Primavera con la miss, la Compagnia d’Armi rinascimentale della Stella, l’Asd Equinart, le carrozze d’epoca e i carretti siciliani, la sfilata storica dell’Impero Romano con i costumi del laboratorio artigianale Centurio di San Cataldo. Insieme a Miss Primavera, sfilerà lungo il corso principale di S. Teresa anche Miss Italia. Alle 19 l’arrivo in piazza Mercato, dove è previsto lo spettacolo conclusivo con la cerimonia di consegna alla Primavera delle chiavi della città, detenute dallo scorso anno dalla Miss Primavera 2016, Sara Lama, seguita dall’esibizione degli sbandieratori, del gruppo africano, dallo spettacolo equestre e la premiazione dei concorsi “Balcone fiorito” e Vetrina fiorita”.  Domenica 30, dalle 10 alle 22 nell’ex municipio, la mostra dei costumi storici dell’Impero romano a cura del Laboratorio artigianale Centurio; dalle 19, in piazza Municipio, intrattenimento musicale con recital di chitarre classiche e voce del maestro Agatino Scuderi e il Quintetto latino (musiche sud americane) con la soprano Ludovica Bruno; alle 20 Conqueror suona De Andrè e a conclusione brindisi e torta di primavera sempre in piazza Municipio. La manifestazione è realizzata in collaborazione con le associazioni Caffe d'arte "Il Paese di fronte al Mare" e "Barò".


COMMENTI

Enrico VIII | il 28/04/2017 alle 22:19:43

Un gran dispiegamento di risorse, ospiti eccezionali, una gran pubblicità, bande e gruppi d'ogni sorta e colore.... ma come mai per la festa della Patrona del paese gli attuali amministratori non hanno mai contribuito così imperiosamente??? forse perchè la festa del paese è a luglio....mentre sta stupida festicciola è prima (DELLE ELEZIONI). Apri gli occhi Santa Teresa. E difendi la tua identità dallo straniero (o dai suoi galoppini dipendenti stipendiati e asserviti)

daniela trimarchi | il 29/04/2017 alle 13:33:48

Non è tutto oro quello che luce. Hanno avuto il coraggio di chiedere soldi e materiali a genitori bimbi asilo per abbellirlo. Come chiedono carta igienica, confezioni di acqua, salviette ecc. Dove finiscono i soldi?

Enza T. | il 29/04/2017 alle 14:28:55

La cosa peggiore è che sfruttano i bambini e le scuole x i loro scopi.

Massimo | il 29/04/2017 alle 15:04:26

Siamo sempre al solito mai contenti , se si fa perché si fa , se non si fa perché non si fa , però nessuno parla del grande sviluppo economico realizzato dai nostri amministratori in questi anni di crisi , ben vengono le manifestazioni il nostro supremo sa come fare ECONOMIA , OCCHIO SANTA TERESA (dai suoi galoppini stipendiati e asserviti)

fausto parra | il 30/04/2017 alle 08:12:31

il nostro supremo sa come fare ECONOMIA , OCCHIO SANTA TERESA . Complimenti per la piena riuscita del CARNEVALE DI PRIMAVERA. Una carnevalata in barba ai cittadini e ai loro bisogni effettivi. 50.00 €??? Non so..... "il ns supremo sa fare ECONOMIA"!!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.